A. Mittal: Gualtieri, l'acciaio verde è nel Recovery plan

Boccia, decarbonizzeremo ex Ilva. Emiliano, ora è mantra Pd-M5s

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 18 SET - Quando il governatore pugliese Michele Emiliano parlò per la prima volta di 'decarbonizzare' lo stabilimento siderurgico di Taranto, incontrò più scettici che sostenitori. Poi, nell'eterno conflitto tra salute e lavoro che vive la città, una possibile svolta green dell'ex Ilva, attualmente nelle mani del gruppo franco-indiano ArcelorMittal, ha preso sempre più piede. Fino all'impegno 'solenne' del governo, rimarcato oggi a Bari dal ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri: "Nel Recovery plan ci sarà l'acciaio verde, ci sarà l'idrogeno e ci sarà anche lo sviluppo di un grande piano per Taranto e per tutto il Mezzogiorno con infrastrutture molto importanti".
    Oggi a margine di un incontro con gli imprenditori nel capoluogo pugliese, Gualtieri ha citato più volte il discorso sullo stato dell'Unione fatto dalla presidente della Commissione europea, Ursula von del Leyen, la quale ha chiarito l'intenzione dell'Ue di investire sull'ambiente. E ha annunciato che il 30% del denaro del 'Fondo per la ripresa' sarà raccolto con l'emissione di obbligazioni 'verdi'.
    In sintonia con il 'Green new deal', ha rilevato Gualtieri, "investiremo risorse anche europee per dimostrare che si può produrre acciaio verde decarbonizzato, in un contesto anche di rilancio della città di Taranto". Nei giorni scorsi il governo ha presentato il progetto 'Taranto capitale del green new deal'.
    E Gualtieri ha sottolineato le "parole di apprezzamento dei sindacati" a un documento "molto innovativo che, anche come Pd, abbiamo elaborato, e che indica una strada nuova, di un'Ilva verde". Una direzione in cui, ha proseguito, anche il governatore "Emiliano ha lavorato molto".
    Le "parole del ministro Gualtieri sono una soddisfazione immensa per me e la regione Puglia - ha commentato Emiliano - noi abbiamo condotto in solitudine una battaglia per l'innovazione tecnologica nella gestione delle acciaierie, che abbiamo chiamato 'decarbonizzazione', che oggi è diventato il mantra dell'Unione europea, e soprattutto il programma del governo Pd-M5s. E questa, ovviamente, è una di quelle cose che passerà alla storia".
    Anche il vicepresidente della Commissione Ue, Frans Timmermans, nella conferenza stampa odierna sui nuovi target clima, ha spiegato che "l'acciaio verde è l'occasione per arrivare primi su una tecnologia che tutti vorranno: immaginate - ha rilevato - cosa vorrebbe dire per Taranto", e ha rimarcato che "dovremo aiutare il settore e investire soldi pubblici nella transizione".
    La "svolta green in Europa e la spinta alla transizione energetica - ha spiegato il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia - saranno punti fermi del Recovery plan e sono pilastri dell'azione di governo: su questo principio - ha concluso - siamo finalmente tutti uniti e non ci fermeremo fino a quando non avremo completato il processo di decarbonizzazione integrale dell'ex Ilva". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA