Recovery Plan: Giovannini, ora transizione digitale e green

Servono coerenza e sistematicità. Fondi pure da Sdg bond e Sas

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 11 SET - Accelerazione della transizione digitale ed ecologica come driver per lo sviluppo sostenibile; protezione del capitale naturale, base della salute, del benessere e del modello di sviluppo; miglioramento per la didattica a distanza per garantire l'accesso alla conoscenza, la qualità dell'apprendimento, la riduzione delle disuguaglianze e offrire anche agli adulti occasioni di formazione continua. Sono alcune delle priorità per l'utilizzo dei fondi europei indicate dal Portavoce dell'Asvis, Enrico Giovannini, in un'audizione alla commissione Ambiente della Camera. I fondi potranno essere integrati da risorse nazionali, per Giovannini, eliminando i 19 miliardi l'anno di sussidi dannosi per l'ambiente (sas) ed emettendo titoli pubblici dedicati a finanziare interventi per lo sviluppo sostenibile (Sdg bond).
    "L'obiettivo delle politiche pubbliche nella fase attuale - dichiara Giovannini - è di minimizzare gli effetti negativi dello shock da Covid-19 e stimolare al massimo la 'resilienza trasformativa' del sistema socioeconomico". "A tal fine - aggiunge - il Governo dovrebbe adottare una visione strategica di lungo termine che definisca gli obiettivi desiderati di sviluppo sostenibile usando strumenti e approcci innovativi e un pensiero sistemico nella formulazione e attuazione delle politiche". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA