Clima: Costa, obiettivo Italia è -55% emissioni al 2030

Lo prevede il Piano energia, più del target Ue del 40%

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 9 GIU - "Con queste mozioni impegniamo il governo e noi stessi, con le dovute differenze politiche, a contribuire non contro, ma per l'emergenza climatica. In questa ottica si inserisce il Pniec, il Piano nazionale integrato energia e clima, già depositato dall'Italia, che ha l'obiettivo di renderlo ancora più ambizioso, con un aumento del taglio delle emissioni tra il 50 e il 55 per cento, ovvero al di sopra del 40% previsto dalla Ue al 2030". Lo ha affermato il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa (M5s), intervenendo nell'Aula del Senato alla discussione delle mozioni sulle iniziative per affrontare l'emergenza climatica.

"Dobbiamo guardare al green - ha osservato il ministro - per nuovi posti di lavoro, in un concetto completamente diverso. Per un posto di lavoro con il fossile se ne producono, a parità di spesa, tra tre e cinque in chiave green. Il percorso può essere fatto finalmente insieme".

"Noi - ha aggiunto Costa - ci avevamo creduto già con la legge clima, poi con la legge di bilancio e dopo ancora con il Dl rilancio. Il nostro obiettivo è semplificare, sburocratizzare, velocizzare, in un'ottica europea che va verso la sostenibilità".

"Finalmente tutto il Parlamento - ha concluso il ministro - concorda sulla necessità di puntare sul green. Attendiamo, adesso, che dalle parole si passi ai fatti. Lo dobbiamo ai cittadini italiani". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie