Desertificazione: Min.Ambiente, serve più sostenibilità

Oggi Giornata Mondiale. "Evitare sprechi e distruzione foreste"

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 17 GIU - "Oggi più che mai, occorre riorientare le nostre azioni, i nostri comportamenti in modo da renderli più sostenibili per conservare la produttività della terra, proteggere la biodiversità e affrontare i cambiamenti climatici. Gestire in modo sostenibile le risorse terrestri che producono cibo, nutrono gli animali e forniscono fibra per abiti, assume un ruolo importante nel ricostruire il rapporto con la natura nella fase post COVID-19. La crisi COVID ha reso evidenti le vulnerabilità dell'uomo e dei sistemi naturali, ed in particolare il modo in cui usiamo le risorse della terra". Lo scrive il Ministero dell'Ambiente sul suo sito in occasione della Giornata mondiale dell'Onu contro la desertificazione.

"C'è la necessità di ridurre la domanda eccessiva dei terreni naturali - prosegue il Ministero -; evitare gli sprechi alimentari; ridurre la richiesta di acqua per le produzioni alimentari ed industriali; ridurre l'impronta idrica negli allevamenti; equilibrare la domanda di prodotti di origine animale; evitare che aree forestali, che proteggono la biodiversità e combattono il degrado del suolo e la desertificazione, vengano perse a causa della conversione dei terreni per gli usi agricoli, per il pascolo e la produzione di mangimi".

"Siamo molto interessati alle soluzioni nature-based e land-based - aggiunge il Ministero -. A livello nazionale si stanno integrando, ad esempio, le azioni di lotta alla siccità e alla desertificazione nelle principali pianificazioni settoriali di riferimento. Siamo altresì fermi sostenitori di tutti gli interventi che rientrano nell'ambito delle "Infrastrutture verdi" che possono fornire un ampio spettro di servizi eco sistemici, garantendo la contestuale funzione di tutela del suolo". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie