Cortina da luglio dice addio alla plastica

Assessore Comune,tra località montane che tornano 'alle origini'

Redazione ANSA CORTINA

Cortina dice addio alla plastica. A partire dal primo luglio le attività di ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande, le organizzazioni turistiche che nell'ambito della loro attività forniscono pasti e bevande, gli enti, i privati e le associazioni che organizzano feste, eventi e sagre, per la consumazione su aree e luoghi pubblici o aperti al pubblico nel territorio comunale, dovranno fornire esclusivamente stoviglie, cannucce, contenitori in materiale biodegradabile e compostabile. L'ordinanza comunale pubblicata oggi prevede, dunque, l'eliminazione della plastica monouso da parte di esercenti e realtà che operano sul territorio nella somministrazione di cibi e bevande, in linea con la "Strategia Europea per la plastica" varata dalla Commissione Europea a gennaio 2018. "L'uso della plastica monouso fa parte della nostra quotidianità ed è complesso invertire un'abitudine così diffusa e radicata - dice Paola Coletti, Assessore del Comune - Ma è nostro dovere contribuire alla riduzione a tutti i livelli dell'uso della plastica. Il riciclaggio non basta, è necessario ridurne la produzione. E spingere i produttori all'utilizzo di materiali non solo biodegradabili, ma compostabili, affinché l'impatto delle nostre azioni quotidiane non lasci tracce negative sul futuro". Cortina si inserisce, dunque, "tra le località montane che tornano 'alle origini' anche nei rifugi dove, solo alcuni anni fa, era normale consuetudine utilizzare bicchieri e caraffe in vetro senza ricorrere alla plastica". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie