Studenti in piazza per il clima

Al via il quarto sciopero globale, scioperi e iniziative

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 29 NOV - Rete della Conoscenza, Unione degli Studenti e Link aderiscono al quarto sciopero globale per il clima. Oggi è prevista la partecipazione ai cortei in centinaia di città e decine di iniziative negli atenei.
    Giacomo Cossu, coordinatore nazionale di Rete della Conoscenza, spiega: "Torniamo in piazza con Fridays for Future perché vogliamo un altro mondo in cui vivere, libero dalla minaccia del cambiamento climatico. Il Black Friday è il momento perfetto per denunciare un sistema economico fondato sullo sfruttamento sconsiderato dell'ambiente e dei lavoratori per produrre merci inutili a prezzi bassi. Vogliamo un cambiamento radicale del sistema economico, perciò dalle piazze di domani lanceremo un messaggio ai potenti del mondo che si riuniranno dal 2 al 13 dicembre alla COP25 di Madrid: basta propaganda, non c'è più tempo". Giulia Biazzo, coordinatrice nazionale di Unione degli Studenti, ricorda che il Ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti "ci ha garantito che interromperà le collaborazioni tra MIUR e multinazionali inquinanti, ma ancora non basta. I nostri edifici scolastici cadono a pezzi, mentre è necessario un grande piano di riqualificazione ecologica delle scuole del Paese. Nella Legge di Stabilità 2020 mancano investimenti adeguati sull'istruzione. Per affrontare l'innovazione tecnologica e la transizione ecologica serve l'istruzione gratuita, dobbiamo diffondere la conoscenza per costruire un futuro migliore".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA