Scuola:Puglia,22/2 un'ora sciopero contro didattica a scelta

Sindacati, 'Regione attivi piano con Toss, screening e vaccini'

Redazione ANSA BARI

(ANSA) - BARI, 12 FEB - Uniformarsi alle norme nazionali sulla scuola, non riproporre la didattica in presenza a scelta, attuare l'annunciato piano per la ripartenza in sicurezza con l'attivazione dei Toss, i team di operatori sanitari scolastici, potenziando trasporti e avviando la campagna di screening e vaccini. Sono le richieste che i sindacati pugliesi della scuola, Cisl Scuola, Flc Cgil, Uil Scuola, Snals, Anief, Fgu Gilda, fanno alla Regione Puglia proclamando lo stato di agitazione con sciopero della prima ora di lezione il prossimo 22 febbraio, primo giorno dopo la scadenza dell'ordinanza regionale attualmente in vigore.
    Le ragioni della protesta sono elencate in una nota trasmessa all'Ufficio scolastico regionale e alla Prefettura per un tentativo di conciliazione e inviata, per conoscenza, anche al presidente della Regione Michele Emiliano e agli assessori regionali alla Formazione, Sebastiano Leo, alla Sanità Pier Luigi Lopalco e ai Trasporti Anna Maurodinoia.
    I sindacati, tra le varie criticità evidenziate, lamentano che "al momento non ci sono indicazioni che facciano intravedere tempi celeri sia per l'attribuzione alle scuole dei 355 operatori sanitari che per l'avvio delle attività di screening e accertamento diagnostico del personale scolastico, pur previste nel piano sanitario".
    Secondo i sindacati, inoltre, "le molteplici ordinanze regionali non considerano le oggettive difficoltà metodologiche che ampliano le diseguaglianze cognitive, discriminano soprattutto gli studenti più fragili e abbassano notevolmente la qualità della formazione e dell'istruzione". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA