Scuola: studenti Rimini, 'no alla dad ma paura contagi'

Bus e piazzali scuole meno affollati con presenze al 50%

Redazione ANSA RIMINI

(ANSA) - RIMINI, 18 GEN - Rispetto ai giorni di scuola di un tempo, gli autobus per studenti e i piazzali antistanti gli istituti scolastici superiori del centro studi Colonnella di Rimini erano molto meno popolati questa mattina nei minuti prima del ritorno in classe. Questo è il primo impatto della didattica in presenza al 50%. Il traffico è più fluido. Tra le 7.30 e le 8 gli studenti convocati per seguire le lezioni in aula attendono fuori dai cancelli il proprio turno prima di sfilare all'interno degli istituti uno alla volta quando vengono chiamati. Tutti indossano la mascherina. Ritornare a scuola dopo tanto tempo "è bello, ma preoccupante per via del virus", racconta una studentessa di quinta liceo.
    "Da una parte vediamo dal vivo i compagni e i professori, e si comprendono meglio le spiegazioni. Dall'altra c'è tanta preoccupazione per i contagi", aggiunge una sua amica. Entrambe, giunte all'ultimo anno di studi, sono preoccupate anche per l'esame di Stato sul quale "non abbiamo alcuna notizia - affermano - Manca la preparazione, non sappiamo se sarà come l'anno scorso, se verrà modificato qualcosa. Non si sa niente".
    "Tornare a scuola è difficile in questo momento e noi facciamo una gran confusione tra il cambiamento di orari e delle lezioni", racconta un'altra studentessa in coda fuori da un istituto professionale, anche se una cosa è certa: "In dad è difficile seguire le lezioni - racconta - Non è come in presenza". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA