Bosch a EICMA 2019, assistenza alla guida anche su Kawasaki

Primo costruttore giapponese a usare ADAS moto per la sicurezza

Redazione ANSA MILANO

Riflettori puntati su Kawasaki all'edizione 2019 di EICMA - l'esposizione internazionale del ciclo e motociclo inaugurata oggi nei padiglioni di FieraMilano a Rho - che ha annunciato per il 2021 delle prime moto dotate di sistemi avanzati di assistenza alla guida di Bosch. È la prima volta che una Casa motociclistica giapponese annuncia l'integrazione delle tecnologie di assistenza alla guida Bosch nei propri modelli. ''Bosch continua a rendere la guida più sicura, più efficiente e divertente in tutto il mondo e per noi è un onore poter fornire i nostri sistemi a Kawasaki - ha dichiarato Geoff Liersch, presidente della business unit Two-Wheeler & Powersports di Bosch - I sistemi avanzati di assistenza alla guida per moto sono basati sugli ADAS ampiamente utilizzati nelle automobili, con la differenza che i mezzi a quattro ruote possono essere resi più sicurei aggiungendo zone di deformazione, airbag e cinture di sicurezza. Per i motociclisti, invece, i rischi sulla strada sono maggiori e la probabilità di perdere la vita in un incidente è fino a 20 volte superiore rispetto a quello degli automobilisti.

Nelle due ruote I sistemi avanzati di assistenza alla guida Bosch migliorano la sicurezza e il confort per i motociclisti e comprendono l'Adaptive Cruise Control (ACC), il Forward Collision Warning e il Blind Spot Detection. La tecnologia su cui si fondano combina sensori radar, impianto frenante, gestione del motore e interfaccia uomo macchina (HMI). Nello specifico, secondo la ricerca Bosch sugli incidenti, i sistemi di assistenza basati su radar potrebbero da soli evitare un incidente motociclistico su sette. Questi assistenti elettronici vigilano costantemente e, in caso di emergenza, reagiscono con maggiore prontezza di quanto possano fare le persone. ''Siamo lieti di annunciare che le nostre moto saranno dotate dei sistemi avanzati di assistenza alla guida di Bosch, che offriranno maggiore sicurezza al motociclista - ha detto Yuji Horiuchi, presidente della Motorcycle & Engine Company di Kawasaki Heavy Industries - Siamo certi che, con l'ausilio di questi sistemi, la guida delle Kawasaki diventerà più divertente e soddisfacente per un numero ancora maggiore di motociclisti''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie