Bentley Motors chiude 2019 con crescita 5% a 11.006 unità

Successo trainato da gamma modelli e trend positivo in Usa

Redazione ANSA ROMA

Con 11.006 unità consegnate, che rappresentano un incremento del 5% rispetto all'anno precedente Bentley Motors ha chiuso il 2019 con un nuovo record, per la settima volta consecutiva sempre al limite di 10.000 immatricolazioni. La Casa di Crew, che fa parte del Gruppo Volkswagen, ha potuto contare su una gamma recentemente aggiornata e arricchita (solo la nuova Flying Spur non ha contribuito al successo, perché arriverà sul mercato agli inizi dell'anno in corso) per soddisfare questo mercato di nicchia ma molto esigente. Modello di punta è stata la Continental GT, che ha visto crescere le vendite del 54%, soprattutto per il debutto nella Coupé e nella Convertible del motore V8 ad alte prestazioni. Ed è andato bene anche il suv Bentayga che - aggiornato con le varianti Speed e Hybrid, oltre che con le Design Series - è cresciuto del 18%. A livello di distribuzione territoriale delle vendite, la maggiore crescita è stata realizzata negli Stati Uniti, con 2.913 consegne, cioè il 30% in più rispetto al 2018. In Europa sono state immatricolate 2.670 Bentley, con un incremento del 5% rispetto allo scorso anno. Al vertice in ambito continentale il mercato britannico che ha visto crescere le vendite del 10% a 1.492 unità. In diminuzione invece le immatricolazioni in Cina (1.940 nel 2019 invece delle 2.219 dell'anno precedente) ma anche in Medio Oriente (852 contro 974), in Giappone e Corea (651 rispetto a 654) e nella regione Asia Pacifico (488 rispetto a 520).

''Il 2019 è stato un anno straordinario per Bentley per molte ragioni - ha commentato Adrian Hallmark, presidente e CEO di Bentley Motors - con oltre 11.000 consegne ai clienti per la quarta volta in 100 anni di storia. Questo risultato è stato guidato dalla forte domanda in tutte le regioni, dal lancio di successo della Continental GT Convertible, oltre al lancio di cinque importanti derivati e modelli in edizione limitata nel corso dell'anno. Ed è straordinario che questo risultato sia stato in gran parte senza vendite della Flying Spur che storicamente ha sempre contribuito al 20% delle nostre vendite annuali. Questo risultato assicura il ritorno alla redditività di Bentley, dimostra la corretta attuazione del nostro piano e invia un chiaro segnale circa il potenziale della marca per il 2020 e nel nostro prossimo secolo''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie