Cina: forte ripresa per auto a giugno, +11,6% rispetto 2019

A trainarlo pick-up e furgoni. Giù invece elettriche e plug-in

Redazione ANSA ROMA

Nonostante alcune situazioni di crisi nel Paese legate a focolai di Covid-19, il mercato dell'auto e dei veicoli commerciali in Cina sta riprendendo quota con grande rapidità. Secondo i dati rilasciati dalla China Association of Automobile Manufacturers (CAAM) in giugno le immatricolazioni complessive sono salite dell'11,6% rispetto allo stesso mese del 2019, raggiungendo nel terzo mese consecutivo di crescita quota 2,3 milioni di unità. A spingere questa ripresa sono i sostegni varati dai Governi locali e soprattutto la forte domanda per i pick-up e i furgoni. Sono invece in calo le vendite dei veicoli che in Cina vengono definiti NEV, cioè new energy vehicle, e che raggruppano i modelli elettrici puri, gli ibridi plug-in e quelli fuel cell a idrogeno.In giugno ne sono stati immatricolati complessivamente solo 104.000, confermando il trend negativo in atto per il dodicesimo mese consecutivo. Secondo CAAM, nonostante la ripresa, a fine 2020 il mercato totale cinese potrebbe arrivare a perdere tra il 10 e il 20% rispetto al risultato del 2019, oltre 25 milioni di unità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie