Bmw Milano filiale vendita passa a Gruppo francese By My Car

Riguarda strutture via dei Missaglia, Urban Store e San Donato

Redazione ANSA ROMA

Con l'acquisizione di Bmw Milano, la filiale di vendita del capoluogo lombardo di Bmw Italia Retaill, il Gruppo francese By My Car diventerà il nuovo concessionario della rete ufficiale nel nostro Paese. Leader internazionale del settore della distribuzione By My Car vanta già da anni un positivo e costruttivo rapporto di collaborazione con Bmw Group in Francia è stato scelto da Bmw Italia in una fase di profonda trasformazione del settore della mobilità e dell'industria automobilistica, in linea con l'obiettivo di diventare l'azienda premium più sostenibile in Italia. La nuova realtà retail sarà pienamente operativa nel nuovo assetto a partire dai primi giorni del prossimo dicembre 2021.
    La strategia di Bmw Italia è stata quella di scegliere un partner solido e credibile, facente già parte del network internazionale di Bmw Group; una grande realtà imprenditoriale, con un progetto di alto livello per ricoprire il ruolo di concessionario del Bmw Group a Milano e integrarsi nella rete di vendita di Bmw Italia. Uno degli elementi fondanti dell'accordo raggiunto tra le parti è stata la tutela dei collaboratori attualmente impiegati presso le sedi di Bmw Milano con la garanzia esplicita di mantenimento dell'organico attuale che ammonta a circa 200 persone.
    Inoltre, nel pieno spirito di collaborazione e condivisione del piano di sviluppo dei prossimi anni, il management della nuova struttura organizzativa sarà italiano a testimonianza della continuità di business e del grande spirito di partnership che guiderà il rapporto tra il nuovo dealer e la filiale italiana di Bmw AG.
    "In questi anni ci siamo impegnati per valorizzare l'azienda attraverso un importante piano di sviluppo - ha dichiarato Massimiliano Di Silvestre, presidente e amministratore delegato di Bmw Italia SpA. - e abbiamo trovato in By my Car un gruppo di grande respiro internazionale e fortemente interessato a espandere il business di Bmw Milano, investendo nel futuro della filiale in modo da assicurare, da un lato, la piena occupazione dei collaboratori attualmente in organico e il mantenimento di tutte le sedi attualmente operative, e dall'altro l'incremento del business alla luce delle nuove importanti sfide che il mercato della mobilità ci propone".
    Di Silvestre ha poi ribadito che "la scelta di Bmw Italia si inserisce in una fase di profonda trasformazione del settore della mobilità e dell'industria automobilistica, in linea con l'obiettivo di diventare l'azienda premium più sostenibile in Italia. Un piano strategico deciso e impostato ben prima dell'inizio della crisi pandemica, a conferma di una scelta ponderata e volta a valorizzare appieno un asset aziendale. In tale ottica, il Gruppo sta rivedendo il proprio approccio complessivo al mercato, concentrando gli investimenti in digitalizzazione, elettrificazione e sostenibilità che rappresentano tre elementi chiave per il futuro del settore automotive e che porteranno alla creazione di nuove professionalità e profili".
    A sua volta Carlos Gomes, amministratore delegato del gruppo By My Car - uno dei più grandi in quel Paese, potendo contare su 83 concessionarie e 18 marche diverse distribuite - ha espresso la soddisfazione che "la partnership di fiducia che sviluppiamo da oltre dieci anni con il Bmw Group stia dando i suoi frutti e ci permetta di affermarci oggi nella città più internazionale d'Italia che è anche il cuore economico del Paese. Questa acquisizione è in perfetto allineamento con il nostro piano di sviluppo internazionale che ci siamo prefissati lo scorso anno e il suo completamento è nei tempi previsti. Non avremmo potuto chiedere un inizio migliore per la nostra epopea europea".
    Il progetto in essere prevede il mantenimento di tutte le attuali sedi di proprietà della filiale di Bmw Milano con tutto l'organico attualmente in forza all'azienda e con le strutture di via dei Missaglia, l'Urban Store di via De Amicis e il centro dell'usato di via Zavattini a San Donato Milanese. Questa decisione di Bmw Italia non modifica inoltre il quadro di presenza del Gruppo in Italia: sono infatti confermati il presidio territoriale su Milano con il quartier generale di San Donato Milanese, la grande struttura retail di Bmw Roma nella capitale, anche a supporto dei temi istituzionali, e il centro logistico di Volargne. Il presidio del territorio è garantito anche dalla presenza della sede delle due filiali italiane di Bmw Bank e di Alphabet Italia. Complessivamente il numero di dipendenti del Gruppo, a seguito della cessione di Bmw Milano, si attesta sui 900 collaboratori. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie