Volkswagen Golf 8, la prima prova non delude le attese

Immutati i volumi, sempre connessa e con strumentazione digitale

Francesco Fabbri PORTO (Portogallo)

E sul finire dell'anno, dopo una lunga attesa, arriva finalmente Volkswagen Golf, ottava generazione. Il dogma del rinnovamento nel rispetto della tradizione è rispettato anche stavolta: è una Golf fin dal primo sguardo, che strizza il cuore e fa venire la farfalle nello stomaco a chi ha guidato almeno uno di quei 35 milioni di esemplari venduti in tutto il mondo. A 45 anni dalla prima presentazione, la berlina media più venduta in Europa, simbolo da sempre di modernità e sicurezza, ha il compito difficile, ma fin qui sempre realizzato, di rinnovarsi profondamente senza stravolgersi. Intanto, però, il panorama del mondo automobilistico ha completamente cambiato i propri riferimenti rispetto al lancio della settima generazione.

Nuovi motori, nuove politiche, nuove linee, nuove esigenze si sono fatte ormai largo, rendendo la scommessa ancora più ardua.

Abbiamo provato la Nuova Golf 8 nel corso della presentazione mondiale alla stampa a Porto, in Portogallo. Al volante è una piacevole conferma. Solida, immediata, concede subito confidenza e infonde sicurezza. Nella nostra prova, abbiamo guidato la versione a benzina da 130 CV e il TDI da 150 che hanno confermato la maneggevolezza e il feeling soliti, con prestazioni quasi sovrapponibili nel tracciato percorso.



Impeccabile la tenuta di strada. Costruita sulla stessa piattaforma della settima generazione, la MQB, la 8 ha anche dimensioni del tutto simili alla precedente: il passo è identico, poca la differenza nelle misure esterne. Migliorato il CX, sceso a 0.275. Il frontale più aggressivo, i fari a led, le linee filanti che disegnano le fiancate fino a incontrarsi sulla coda ben s'accompagnano a interni totalmente rinnovati. Il cruscotto diventa digitale in tutti gli allestimenti: il cockpit, un monitor da 10.25 pollici, è completamente personalizzabile; 8.5 i pollici per lo schermo dell'infotainment. Via tutti i pulsanti: dalla plancia, dagli sportelli, dal tunnel e dal tetto. In più connessione costante che consente aggiornamenti da remoto, guida assistita fino ai 210 km/h, sistema Car2X che mantiene l'auto connessa e segnala in anticipo eventuali pericoli.

Volkswagen Golf 8 alla prova, impressioni e novita'

Già nella versione di accesso sono presenti il Lane Assist per il mantenimento della corsia, il sistema di controllo perimetrale Front Assist con funzione di frenata di emergenza City e rilevamento dei pedoni, la chiusura centralizzata senza chiave e le luci anteriori e posteriori a led. La 'regina' di Wolfsburg sarà equipaggiata al lancio per il mercato italiano con due motori a benzina (1.0 TSI EVO 110 CV, cambio manuale e 1.5 TSI EVO ACT130 CV, cambio manuale), due turbodiesel 2.0 (TDI 115 CV, cambio manuale e TDI 150 CV, cambio automatico DSG), cui seguiranno altre 9 motorizzazioni: due a benzina (1.0 da 110 CV e 1.5 da 150 CV), due ibridi (1.0 da 110 CV e 1.5 da 130 CV), due ibridi plug-in (entrambi 1.4, da 204 e 245 CV), due turbodiesel (entrambi 2.0 da 115 e 150 CV)e una con alimentazione a metano (1.5 da 130 CV). Gli allestimenti di lancio in Italia sono Life e Style, per ciascuno dei quali è previsto anche una 1st edition in tiratura limitata di 700 unità. Più in là arriveranno anche gli allestimenti di base. Prenotabile da subito, prime consegna a marzo 2020. Prezzi da 25.750 euro. 

Volkswagen, Alessi: 'Golf 8 tra rinnovamento e tradizione'



Nei suoi 45 anni di vita, Golf ha scritto un capitolo fondamentale della storia dell'auto: nata nel 1974 per sostituire il Maggiolino, operazione certo non facile, è stata venduta in 35 milioni di esemplari nel mondo: una ogni 40 secondi. L'Italia l'ha sempre amata, e ne ha acquistate 2,5 milioni negli anni. Ben 700mila le Golf delle precedenti generazioni ancora circolanti e - sottolinea Andrea Alessi, Direttore di Volkswagen Italia - due possessori su tre ricomprano una Golf quando è tempo di cambiare auto. Dopo due giorni a stretto contatto, possiamo dire che la scommessa di Golf 8 è vinta. Per la prima volta, però, la regina tedesca vede il trono di Wolfsburg vacillare, stretta da una parte dal suv T-Roc che l'ha già superata nelle vendite, e dall'altra dalla elettrica ID.3. Forse, la Golf del futuro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie