Da Giorgetto e Fabrizio Giugiaro l'hyper-suv star di Ginevra

2030 svelato a Riyadh Show per celebrare rilancio Arabia Saudita

Redazione ANSA ROMA

 La creatività di Giorgetto e Fabrizio Giugiaro fa un lungo giro per portare l'ultima novità - un hyper-suv elettrico dalle linee avveniristiche - da Torino a Ginevra, dove questa concept car debutterà agli inizi di marzo 2020 in occasione del Salone Internazionale dell'auto dopo essere passata da Ryad, in Arabia Saudita. Questa vettura ad alte prestazioni e impatto zero alla ruota è stata battezzata 2030, per evocare l'ambizioso progetto di rilancio che coinvolge lo Stato arabo, con la prospettiva di un'economia avviata verso una trasformazione radicale: meno petrolio, più industrie e più spazio per gli stranieri nei settori del turismo. Un primo esemplare 'teaser' di 2030 è stato esposto da GFG Style al Riyadh Motor Show lo scorso novembre alla presenza delle massime autorità locali che hanno apprezzato la scelta 'radicale', cioè l'abbandono della motorizzazione termica - alimentata con quelle fonti fossili che hanno fatto la fortuna di quell'area - a favore di quella elettrica a cui gli 'innovatori' che progettano la nuova Arabia Saudita stanno evidentemente guardando.

''Per il design di 2030 - ha detto Giorgetto Giugiaro - ci siamo ispirati partendo proprio dalle caratteristiche di questo territorio a alla sua evoluzione,linee semplici, pulite e filanti, come i deserti, ma capaci di emozionare. Quindi un frontale aggressivo e distintivo, un posteriore imponente e proporzionato, il fianco con linee sinuose senza fronzoli ma in grado di trasmettere emozione. Questa concept è pensata per la guida veloce su una pista nel deserto magari intravedendo lo skyline di Riyadh con la sua nuova immagine tecnologica rivolta al futuro, proprio come la 2030''.

Rifinito in un esclusivo verde specchiato che, combinato con il nero del carbonio, ricorda i colori della bandiera saudita, l'hyper-suv 2030 dispone di un sistema di trazione elettrica All Terrain 4WD, può raggiungere la velocità (autolimitata) di 200 km/h su ogni tipo di terreno, sabbia compresa e offre un'autonomia di 365 km.

''Su una scocca in fibra di carbonio e telaio in alluminio - dettaglia Fabrizio Giugiaro - abbiamo modellato la 2030 conlinee da super sportiva ma progettata come esaltazione della guida anche in off-road e in modalità full electric. Ricca di contenuti credo sia un'architettura perfetta per le esigenze di questo incredibile e straordinario territorio in questo momento storico''. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie