Aston Martin V12 Speedster, dedica alla leggendaria DBR1

Sarà prodotta in numero limitato e arriverà entro il 2020

Redazione ANSA MILANO

E' stata confermata da Aston Martin la produzione di un numero rigorosamente limitato di esemplari della nuova V12 Speedster, il cui debutto mondiale è previsto nel corso dell'anno. Lo spirito della nuova arrivata in casa AM è quello che punta ad incarnare al tempo stesso il glorioso passato e il futuro del marchio britannico. Nata dalla collaborazione tra il servizio interno di personalizzazione Q by Aston Martin e il team qualificato di designer e ingegneri della casa, la V12 Speedster ja la sostanza di un'auto sportiva, creata mettendo al primo posto il conducente con le applicazioni più avanzate della tecnologia aeronautica e motoristica, per offrire agli appassionati una biposto quanto più possibile entusiasmante alla guida. Il design della nuova V12 è anche un evidente richiamo alla leggendaria DBR1, vincitrice della 24 Ore di Le Mans e della 1000 km del Nürburgring, evocando al contempo la concept car Speedster CC100 prodotta dalla casa automobilistica nel 2013 in occasione del proprio centenario. Le sue caratteristiche all'avanguardia mantengono fede alle soluzioni tecniche di eccellenza e ai materiali di livello adottati da Aston Martin per tutta la gamma sportiva attuale. La DBR1 vincitrice a Le Mans, è anche il modello che ha consegnato alla casa automobilistica uno dei trionfi più epici nel suo palmarès, in quanto una delle sole tre vetture degli anni Cinquanta a dominare nello stesso anno sia il Campionato del mondo sportprototipi sia la 24 Ore di Le Mans. Anche la concept car Speedster CC100, con cui Gaydon ha festeggiato nel 2013 il proprio centenario, ha rappresentato una fonte di ispirazione per la nuova V12 Speedster, che nasce da oltre un anno di accurata progettazione. L'essenza della nuova vettura va ricercata nella variante a elevate prestazioni dell'ormai iconico motore V12 twin turbo da 5,2 litri, in grado di sviluppare una potenza di circa 700 CV e 700 Nm. Il motore è abbinato a un cambio automatico posteriore ZF a 8 marce e garantisce un'ampia gamma di prestazioni, una risposta eccellente e gli effetti sonori emozionanti tipici di una V12.

"Gli 88 automobilisti e collezionisti appassionati che riusciranno ad aggiudicarsi le chiavi di queste vetture - ha dichiarato Andy Palmer, Presidente di Aston Martin Lagonda e CEO del Gruppo - avranno a disposizione un nuovo, iconico emblema della storia di Aston Martin".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie