Schermi tv e pc nocivi per i ragazzi anche solo 2 ore giorno

Mal di testa, depressione e irritabilità i sintomi più comuni

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - Televisione, videogame e computer hanno un impatto durissimo sulla salute psicofisica dei ragazzi già dopo "solo" due ore di utilizzo. Lo dimostra una ricerca pubblicata su American Journal of Preventive Medicine e condotta su oltre 400.000 adolescenti dalla University of Queensland, in Australia, e dalle Queen's University e University of Ottawa in Canada. Lo studio ha messo in relazione il tempo trascorso davanti allo schermo con la frequenza con cui si soffriva di disturbi 'psciosomatici' come mal di testa, dolore addominale, mal di schiena, sensazione di depressione, irritabilità o cattivo umore, nervosismo, difficoltà a dormire e vertigini.

L'analisi ha rilevato che gli adolescenti maschi che guardavano più di quattro ore di televisione al giorno avevano il 67% in più di probabilità di riferire disturbi psicosomatici rispetto a quelli che guardavano meno di due ore al giorno, per le ragazze il rischio era del 71% in più. Nel caso dei videogame, il rischio saliva al 78% per i ragazzi e all'88% per le ragazze. Non meno dannoso è risultato l'uso del computer e di altri schermi per scopi di intrattenimento: in tal caso l'aumento del rischio di disturbi psicosomatici è risultato essere dell'84% più alto nei ragazzi e del 108% in più nelle ragazze.

"I risultati di questo studio sono preoccupanti poiché l'uso degli schermi tra gli adolescenti è aumentato in modo significativo negli ultimi decenni, ma sappiamo ancora poco sugli effetti che i diversi tipi di utilizzo hanno sulla salute mentale e fisica", ha affermato Asaduzzaman Khan, primo firmatario dello studio. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA