A Gorizia giovani si interrogano sul mondo che li aspetta

Con docenti, esperti economia e diritto, tappa verso Go!2025

Redazione ANSA GORIZIA

(ANSA) - GORIZIA, 07 APR - "What world for tomorrow?". E' il titolo della tre giorni che si è aperta oggi organizzata dal Movimento Studentesco per l'Organizzazione Internazionale (Msoi)e United Nations Youth Associations (UNYA), organizzazione di giovani volontari, insieme con il Comune di Gorizia.
    I relatori invitati si confronteranno intorno a questo interrogativo, come hanno fatto stamani il Docente di Diritto internazionale di Roma Tre, Carlo Focarelli, intervenuto sul tema Neoliberismo globale e persona umana, e Giuseppe Pascale, Professore della stessa materia ma all' ateneo di Trieste.
    Domani in collegamento, Carlo Cottarelli, Direttore dell'Osservatorio sui Conti Pubblici Italiana dell'Università Cattolica di Milano e professore di Fiscal Macroeconomics alla Bocconi, approfondirà il tema Giovani e lavoro: come muoversi nel mondo post Covid. Nel pomeriggio su Go!2025, Nova Gorica e Gorizia capitale della cultura europea, interverranno il sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna, l'assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, il presidente del Gect Paolo Petiziol, il consigliere regionale Cristiano Shaurli e Ivano Marchiol del Servizio attività culturali della Regione Fvg. Infine, sabato mattina si parlerà di Giovani e diplomazia con l'Italian youth delegate Stefania Bait, e di Crimini di guerra e contro l'umanità con il giudice Francesco Florit.
    "È bello vedere le associazioni studentesche impegnate nell'organizzazione di momenti di confronto su temi tanto attuali e così alti. I due anni di emergenza sanitaria avevano costretto a rinviare o spostare sulle piattaforme digitali questi appuntamenti: è positivo dunque questo ritorno in presenza, soprattutto se consideriamo che coincide con la riapertura sistematica del Conference Center - di proprietà dell'università di Trieste - che deve diventare il punto di riferimento per questo genere di appuntamenti", è stato il commento all'inaugurazione, dell'assessore all'Università di Gorizia, Chiara Gatta. La quale ha parlato dell'appuntamento di oggi come di una tappa nel "percorso che, cominciato con la precedente amministrazione, non si concluderà nel 2025, ma dovrà essere il trampolino di lancio per lo sviluppo non solo culturale e turistico, della nostra città". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA