Coronavirus: robot quadrupede esamina i pazienti a distanza

Misura febbre, battito e saturazione al posto del medico

Redazione ANSA

Si muove su quattro zampe con passo felino, il nuovo robot 'Spot' che esamina a distanza i pazienti con sintomi sospetti per proteggere il personale sanitario dal rischio di contagio da Covid-19: al posto della testa porta un tablet che permette di comunicare da remoto col medico, mentre sul petto ha quattro speciali telecamere che consentono di misurare febbre, battito cardiaco, respiro e saturazione del sangue restando a distanza di due metri dal paziente. Il prototipo, messo a punto dal Massachusetts Institute of Technology (Mit) col Brigham and Women's Hospital, ha già dato prova di sé nei primi test su volontari sani: i risultati, condivisi sulla piattaforma techRxiv, potrebbero portare presto a una sperimentazione nel triage e nel monitoraggio dei pazienti Covid.

 

 

 

Il robot quadrupede, prodotto dalla Boston Dynamics, è stato perfezionato integrando una serie di tecnologie e sensori già disponibili sul mercato. Telecomandato a distanza, può essere guidato fino alla stanza dove si trova il paziente con sintomi sospetti. Grazie a una telecamera a infrarossi, misura il calore della pelle del volto che un algoritmo converte nella temperatura interna del corpo, tenendo conto anche della temperatura ambientale e della distanza a cui si trova la persona. La stessa telecamera a infrarossi misura poi le variazioni di temperatura della mascherina sul volto del paziente, permettendo di calcolare la velocità del suo respiro. Le altre tre telecamere monocromatiche, invece, filtrano la luce di diverse lunghezze d'onda per cogliere quelle piccole variazioni di colore dovute all'emoglobina dei globuli rossi che lega l'ossigeno e fluisce nei vasi sanguigni: queste misure vengono elaborate da un algoritmo specifico per calcolare la frequenza cardiaca e la saturazione, cioè il livello di ossigeno nel sangue.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA