Pesche e nettarine in calo del 30%, parte la campagna di promozione

Iniziativa Ortofrutta Italia-Mipaaf; clima killer in tutta Ue

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Parte questo fine settimana la campagna per promuovere le pesche e le nettarine nazionali in 5 mila punti vendita di tutta Italia. Una produzione che sconta un calo del 30% rispetto allo scorso anno, per colpa del clima, totalizzando 800 mila tonnellate. A tagliare le quantità sono state soprattutto le gelate notturne di inizio primavera.

L'iniziativa, promossa dall'organizzazione Interprofessionale Ortofrutta Italia con il ministero delle Politiche agricole, punta a maggior ragione sulla qualità, adottando un Regolamento che prevede, fra le altre cose, l'innalzamento di alcuni parametri qualitativi, dal colore alla dolcezza.

Tutti i paesi europei produttori evidenziano volumi inferiori rispetto all'anno scorso e alla media del periodo 2014-2018. La causa sta nella variazione climatica, con un inverno non particolarmente freddo seguito invece dalle gelate primaverili; un fenomeno non più così raro soprattutto nel Nord Italia, ma anche in alcune zone della Spagna e della Francia. In Italia, specialmente al Nord, le violente gelate e le successive grandinate hanno danneggiato irrimediabilmente la produttività di alcuni territori, in particolare della Romagna. La campagna di promozione sarà caratterizzata da un intervento collettivo di filiera, che vedrà la partecipazione dei produttori agricoli, in particolare con le loro strutture organizzate, insieme a quella delle principali catene della Distribuzione moderna e dei dettaglianti specializzati, con il coinvolgimento dei grossisti.

In circa 5 mila punti vendita su tutto il territorio nazionale, saranno esposti poster informativi per i consumatori, con indicazioni sulle principali tipologie di pesche. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie