Il nuovo Empire State Building, ultimo tassello ad 80mo piano

Apre esperienza NYC:Above and Beyond. Ora si accendono le luci

di Gina Di Meo NEW YORK

NEW YORK - Dopo oltre quattro anni di lavori il rinnovo dell'Empire State Building è ufficialmente completato. L'ultimo tassello lo spazio espositivo all'80mo piano che aprirà i battenti al pubblico dal 27 novembre. Si tratta di una superficie da oltre 1200 mq con sei mostre che consentiranno al visitatore di contestualizzare l'edificio nella città e di ricreare anche esperienze personali. Tra queste una partnership con NYC & Company, l'agenzia che si occupa della promozione turistica della Grande Mela, che con l'esperienza 'NYC: Above and Beyond' attraverso una serie di pannelli interattivi in diverse lingue consentirà di ricreare un itinerario di viaggio personalizzato attraverso tutte e cinque le municipalità della città.
    All'80 piano si avrà anche il primo assaggio di quella che è la vista spettacolare sulla città prima di passare all'osservatorio all'86mo piano, sia all'aperto che al chiuso, per finire con il panorama mozzafiato dal 102mo piano. Tra le altre esperienze, 'Scenes of New York', con dei telescopi puntati su nove punti di New York che mostrano un'immagine ravvicinata di come appaiono ad esempio la Statua della Libertà, la stazione Grand Central con la sua frenesia quotidiana, Coney Island a Brooklyn, la Borsa a Wall Street. Ancora un'altra mostra spiega come viene ricreato lo spettacolo di musica e luci che per tre volte all'anno rivela un Empire del tutto insolito con l'illuminazione che si sincronizza con le note musicali. Il primo spettacolo di luci e musica si è tenuto nel 2012 sulla musica di Alicia Keys.
    "Ora l'Empire State Building è totalmente reimmaginato dall'ingresso al 102mo piano - ha detto all'ANSA Holly Houghton di Squint/Opera, lo studio che si è occupato dell'aspetto digitale del progetto di rinnovo dell'Empire -. Ora è sia un museo che racconta la storia dell'edificio, celebra King Kong, trasporta il visitatore attraverso un'esperienza digitale all'80mo piano e infine affascina con le viste spettacoli all'86mo e al 102mo piano".
    Il progetto di rinnovo dell'Empire è costato 165 milioni di dollari. Il primo ad essere interessato è stato l'ingresso che dal 2018 si è spostato solo sulla 34ma strada snellendo le code.
    L'ultimo in ordine di tempo ad essere riaperto prima dell'80mo piano è stato l'osservatorio al 102mo piano. La porte sono state aperte lo scorso 12 ottobre rivelando una vista senza ostacoli della città al di là dello spettacolare. Si tratta di una vera e propria vetta sulla Grande Mela con una parte composta da 24 finestre che mostrano tutto il panorama. Fino allo scorso gennaio la parte inferiore era in muratura, limitando quindi la vista. Il secondo piano mostra invece come è stato realizzato l'edificio. L'Empire è considerato tra le sette meraviglie al mondo dalla societa' americana degli ingegneri civili e dal 1986 e' monumento nazionale. (ANSA)

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA