Arte e sostenibilità nell'installazione Grow di Roosegaarde

Il campo di luci che omaggia la terra e fa crescere le piante

di Ida Bini ROTTERDAM

ROTTERDAM - Misura 20mila metri quadrati ed esalta la bellezza di un campo di porri: è "Grow", l'ultima opera d'arte del designer olandese Daan Roosegaard, artista attento all'ambiente e autore della famosa pista ciclabile luminescente dedicata al pittore Van Gogh. L'installazione "Grow", che si trova sull'isola artificiale di Flevopolder nel nord dei Paesi Bassi, rappresenta una distesa di luci rosse e blu che sembrano muoversi come onde su un terreno avvolto dal buio. L'opera rende omaggio all'agricoltura sostenibile, ma è anche un esperimento ispirato alla fotobiologia che favorisce la crescita e la resistenza delle piante attraverso la luce Led ad alta densità, riducendo così l'uso dei pesticidi. La sensazione che si ha guardando l'installazione artistica è di un paesaggio da sogno con infinite luci danzanti rosse e blu e il messaggio che arriva è di speranza, con la luce che vince sull'oscurità.
    Il progetto futuristico di Daan Roosegaarde e del suo team di designer e ingegneri, che hanno l'obiettivo di migliorare la vita sul Pianeta (studioroosegaarde.net/project/grow), dà un nuovo significato alla parola "agricoltura", riformulando il paesaggio come opera d'arte culturale vivente: "Grow" è il primo di una serie di paesaggi onirici che mostra la capacità di unire arte e scienza, poesia e tecnologia per affrontare nuove sfide.
    «Grow è il paesaggio da sogno che mostra la bellezza della luce e della sostenibilità» ha commentato il visionario artista olandese «non come utopia, ma come sistema che migliora passo dopo passo».
    L'interesse per l'ambiente ha un ruolo chiave in tutta la ricerca artistica di Dan Roosegaarde: nel 2014 realizzò la "Van Gogh Path", un pista ciclabile luminescente nel Brabante dove sembra di pedalare nel quadro dell'artista olandese Notte Stellata; e l'anno seguente creò l'installazione "Waterlich" per sensibilizzare l'opinione pubblica sul rischio dell'innalzamento del livello del mare. Sempre nel 2015 concretizzò il "Smog Free Project", una torre alta 7 metri che, sfruttando la tecnologia della ionizzazione, cattura lo smog, lo comprime e lo trasforma in anelli.
    Per maggiori informazioni: studioroosegaarde.net (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie