Mostre del weekend tra Macchiaioli e fotografia d'autore

Online progetto Emergency sulle storie dei migranti in Italia

di Marzia Apice BARD

BARD - C'è spazio per tanta fotografia d'autore negli appuntamenti espositivi in programma in questa fine di febbraio, ma non mancano approfondimenti sulla pittura dei Macchiaioli e sulla scultura contemporanea con Mimmo Paladino.
    BARD - Il Forte di Bard ospita "I Macchiaioli. Una rivoluzione en plein air", curata da Simona Bartolena, in programma dal 24 febbraio al 6 giugno: per il pubblico la possibilità di comprendere origini e contenuti del movimento artistico attivo soprattutto in Toscana che ha rivoluzionato la storia della pittura italiana dell'Ottocento, attraverso un itinerario composto da 80 opere firmate da artisti del calibro di Telemaco Signorini, Silvestro Lega e Giovanni Fattori.
    MILANO - L'artista Mimmo Paladino cura personalmente un nuovo allestimento inedito di alcune delle sue opere più iconiche in un unicum pensato per la Cardi Gallery dove dal 22 febbraio al 30 aprile saranno esposti i suoi "Dormienti". Nell'open space della galleria milanese si potranno ammirare 32 sculture disposte secondo una nuova costruzione concettuale, accompagnate dalla grande opera inedita Sunday Mornin' Comin' Down composta da 100 disegni realizzati nel corso del 2020.
    ROMA - Si intitola "Italia in-attesa. 12 racconti fotografici" la mostra curata da Margherita Guccione, Carlo Birrozzi, Flaminia Gennari Santori e allestita dal 25 febbraio al 13 giugno a Palazzo Barberini, che presenta opere di Olivo Barbieri, Antonio Biasiucci, Silvia Camporesi, Mario Cresci, Paola De Pietri, Ilaria Ferretti, Guido Guidi, Andrea Jemolo, Francesco Jodice, Allegra Martin, Walter Niedermayr, George Tatge. Chiamati a rappresentare nei propri lavori il vuoto e la sospensione nella vita ordinaria in un momento straordinario come la pandemia da Covid-19, i 12 autori hanno esplorato luoghi e spazi diversi, utilizzando vari generi e tecniche, tra tradizione e sperimentazione. Apre al Mattatoio dal 23 febbraio la mostra "Fotografia. Nuove produzioni 2020 per la collezione Roma" a cura di Francesco Zizola: esposti i lavori di 5 artisti, circa 130 immagini di Nadav Kander, Martin Kollar, Alex Majoli, Sarah Moon (presente anche con un video) e Tommaso Protti, chiamati a riflettere sulla Capitale, le sue forme e i suoi miti. Tutti gli artisti hanno lavorato in residenza a Roma nel corso del 2019, tranne Kollar che ha scelto di viaggiare a piedi e di elaborare il proprio lavoro attraverso un percorso di avvicinamento a Roma partendo dal Danubio. Riapre al Museo di Roma in Trastevere la mostra "Roma" di Massimo Siragusa, prorogata fino al 14 marzo: nel percorso, curato da Giovanna Calvenzi, circa un centinaio di fotografie a costituire una vera e propria immersione nelle periferie della città, luoghi che il fotografo ha studiato a lungo per restituirne l'essenza nei suoi scatti. Dal 19 febbraio al 28 marzo Curva Pura ospita la mostra di Azzedine Saleck "Long distance": nel percorso attraverso 5 grandi opere l'attuale ricerca dell'artista che individua nella distanza il punto di partenza per capire i tempi attuali, le migrazioni, il senso di appartenenza e il viaggio.
    MONZA - Riapre "Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures" allestita all'Arengario di Monza fino al 28 marzo: un percorso "da brivido", a cura di Gianni Canova, che si snoda attraverso 70 fotografie e contenuti speciali provenienti dagli archivi della Major americana per condurre il pubblico nel backstage dei principali film del grande regista.
    PIACENZA - Prorogata fino a sabato 13 marzo la personale di Giorgio Milani, "La scrittura come enigma", allestita a Volumnia: a cura di Elena Pontiggia, la rassegna (aperta in quanto spazio privato nonostante la regione sia classificata arancione) propone 120 opere dell'artista piacentino, fra quadri e sculture in gran parte inedite, divise in dieci sezioni che documentano i suoi cicli più importanti.
    ONLINE - "Un giorno qualunque. Storie che ricominciano in Italia" (ungiornoqualunque.emergency.it) è il progetto espositivo multimediale promosso da Emergency composto dalle fotografie di Simone Cerio e dai video del collettivo WowTapes.
    La mostra, che racconta le vicende di chi è giunto nel nostro Paese per migliorare la propria vita o per sopravvivere alla guerra, si arricchisce quotidianamente a partire dal 17 febbraio di nuove testimonianze, tra video, fotografie e frammenti audio.
    (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie