A Milano Violenza al Platino, sulla tragedia delle donne sudafricane del Rustenburg

Redazione ANSA

Fino al 30 novembre alla Società Umanitaria (via San Barnaba, 48) a Milano c'è la mostra fotografica "Violenza al Platino" di Bruno Zanzottera (foto) e Valentina Giulia Milani (testi) in collaborazione con Medici Senza Frontiere: un racconto del Sudafrica post apartheid e del cuore del Rustenburg, la regione meglio conosciuta come Platinum Mining Belt dove si estrae il più grande quantitativo al mondo di platino e dove si registra uno dei più alti tassi di violenza sulle donne al mondo. 

Il Sudafrica ha un tasso di femminicidi quasi sei volte superiore alla media mondiale. Secondo un recente rapporto del Medical Reserch of South Africa, nel paese ogni 36 secondi una donna subisce aggressioni sessuali e un uomo su quattro ha commesso un reato sessuale. Nel Rustenburg, dove il crollo del prezzo del platino ha aggravato il già critico contesto sociale causando un picco di violenze, si registrano oltre 12.000 stupri ogni anno e meno del 5% delle vittime si rivolge a una struttura sanitaria. Msf offre supporto medico e psicologico alle vittime di violenza nell’area, in particolare trattamento preventivo contro le malattie sessualmente trasmissibili, vaccinazioni contro tetano ed epatite B, trattamento delle lesioni fisiche, prevenzione di gravidanze indesiderate a seguito degli stupri.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA