Europarlamento sancisce diritto alla disconnessione fuori dall'orario di lavoro

Ma un emendamento chiede il rinvio del varo di una norma Ue

Redazione ANSA

BRUXELLES - Fuori dall'orario di lavoro si ha tutto il diritto di spegnere telefonini e computer, ovvero di disconnettersi dagli apparati elettronici normalmente utilizzati per svolgere le proprie mansioni. E' quanto sancisce una risoluzione approvata a larga maggioranza dal Parlamento Europeo. Gli eurodeputati hanno dato luce verde al testo, accompagnato da una proposta di direttiva sul tema, messo a punto dell'eurodeputato maltese socialdemocratico (S&D), Alex Agius Saliba, con 472 voti a favore, 126 contrari e 83 astensioni. Insieme alla risoluzione è stato però approvato un emendamento - presentato dai popolari del Ppe e duramente contestato dalla Confederazione dei sindacati europei Ces - che chiede alla Commissione Ue di posticipare di almeno per tre anni qualsiasi azione legislativa sulla materia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."

Modifica consenso Cookie