Eurostat, a marzo calo record della produzione di carni in Italia

Crollo -41,5% di mucca e -24% di suino

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Nel marzo 2020 i macelli italiani hanno prodotto il 41,5% in meno di carne di mucca e il 10,9% in meno di carne di vitello rispetto al marzo 2019, un calo record in Ue. Emerge da dati Eurostat sulla produzione di carne nel mese in cui le misure di confinamento per il Covid-19 hanno iniziato ad essere applicate in tutta Europa.

Crollo record anche per quanto riguarda le carni suine, con i macelli italiani che hanno prodotto il 24% in meno sul mese, mentre hanno aumentato i volumi la Spagna (+12,7%), i Paesi Bassi (+6,1%) e la Germania (+3,9%). Per la mucca, si registrano cali anche in Polonia (-10,7%) e Germania (-6,5%), e aumenti in Francia (+ 1,1%) e Paesi Bassi (+ 19,8%). Per i vitelli, la diminuzione della produzione ha toccato anche i Paesi Bassi (-8,0%), il Belgio (-7,3%) e la Francia (-5,5%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie