Migranti: Avv.Corte Ue, Ungheria ha ignorato obblighi asilo

'Inadempiente sui vincoli che derivano dal diritto europeo'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 25 GIU - Secondo l'avvocato generale della Corte di Giustizia della Ue, "l'Ungheria è venuta meno ai suoi obblighi derivanti dal diritto dell'Unione per una parte sostanziale della sua normativa nazionale in materia di procedure di asilo e di rimpatrio dei cittadini di Paesi terzi in situazione di soggiorno irregolare". In particolare, secondo l'avvocato, dovrebbe essere constatato un inadempimento per la violazione dell'obbligo di garantire un accesso effettivo alla procedura di asilo e per la violazione delle garanzie procedurali relative alle domande di protezione internazionale, al trattenimento irregolare dei richiedenti tale protezione nelle zone di transito e all'allontanamento illegittimo di cittadini di Paesi terzi in situazione di soggiorno irregolare.

L'avvocato generale - i cui pareri sono quasi sempre ripresi dalle sentenze della Corte - propone quindi alla Corte di accogliere il ricorso della Commissione Ue contro l'Ungheria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: