Circa 260mila i primi vaccinati lombardi

Tra operatori sanitari, personale e ospiti Rsa

(ANSA) - MILANO, DEC 1 - In Lombardia saranno 260 mila le persone che per prime riceveranno il vaccino anti-Covid. Lo ha spiegato l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, rispondendo in Consiglio regionale a una interrogazione del Movimento 5 Stelle sulle misure organizzative e logistiche relative al piano di distribuzione del vaccino anti-Covid 19.
    "La popolazione target individuata - ha detto Gallera - è pari a circa 260 mila unità, composta da operatori sanitari delle strutture pubbliche, delle strutture private accreditate e dal personale e ospiti della Rsa, in linea con quanto indicato dal Commissario" Arcuri.
    Il numero esatto, ha chiarito l'assessore, "sarà oggetto di indagine in conseguenza della messa a disposizione delle informazioni sul vaccino". Riguardo al vaccino Pfizer, il primo di cui è stata comunicata la disponibilità e che ha determinato i primi provvedimenti nazionali, infatti, non sono ancora state stabilite "date e quantità in consegna", ha specificato l'assessore. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano



        Modifica consenso Cookie