• Sport: disabili e rugby a Jesi, 'non siamo ragazzi di cristallo'

Sport: disabili e rugby a Jesi, 'non siamo ragazzi di cristallo'

Progetto pilota Fond. Mattei, Cooss Marche e Rugby Jesi '70

   Con lo slogan "i nostri ragazzi non sono di cristallo" è nato a Jesi un progetto che porta i giovani disabili a misurarsi con lo sport del rugby sui campi della 'palla ovale'. Si chiama "RugbyAmo" l'iniziativa di Fondazione Enrico Mattei, Rugby Jesi '70 e Cooss Marche, e vede da qualche settimana alcuni ragazzi fare pratica con gli altri atleti nell'impianto della società rugbistica. Al loro fianco i tecnici della società e gli operatori della coop sociale. Con le dovute distanze, per le normative anticontagio, ma con le stesse regole della palla ovale, fango, allegria spirito di squadra e rispetto degli avversari. "Uno sport come il rugby è inclusivo per definizione, il suo spirito è volto al coinvolgimento di tutti, senza eccezione", spiega il tecnico Francesco Possedoni.
    Cinque al momento i partecipanti, tutti maggiorenni, ma si punta a incrementare i partecipanti per giocare nei tornei. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie