Corte Conti: Palazzo, anno difficile per pandemia

1.222 nuove istruttorie, 8mila fascicoli da smaltire

(ANSA) - ANCONA, 05 MAR - "Un anno molto difficile con la pandemia che ancora ci accompagna e ci accompagnerà anche per i prossimi mesi". Così Antonio Palazzo, procuratore regionale facente funzioni (non c'è più Giuseppe De Rosa passato ad altri incarichi), ha aperto l'anno giudiziario della Corte dei Conti di Ancona, sottolineando come la Procura sia riuscita "però a svolgere le sue funzioni" seppur con una riduzione esterna delle attività dettata dalla sospensione dei termini di indagini stabiliti a causa della pandemia. Palazzo ha parlato di un "rallentamento delle istruttorie" e di carenza di personale visto che "questa Procura ad oggi si ritrova ad essere composta da due soli magistrati, ma la pianta organica ne prevede tre, più procuratore regionale".
    L'ultimo anno ha visto 1.222 nuove istruttorie che determinano uno stock di 8mila fascicoli da smaltire, a cui "cercheremo di far fronte nei prossimi mesi - per non lasciarlo sul tavolo del procuratore che verrà nominato".
    Le nuove istruttorie arrivano per il 10% da privati, mentre il grosso (64%) da organi giurisdizionali. I provvedimenti di condanna emanati dalle sezioni contabili hanno visto incamerare dalla Corte, nel 2020, oltre 184mila euro, restano da recuperare quasi 26 milioni di euro con riferimento a crediti liquidati dal 1994. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie