Torino: Milani, pronta sposare progetto in cui credo

Dopo addio a Iaad manager pensa futuro,senso civico non mi manca

(ANSA) - TORINO, 02 NOV - "Non escludo alcun progetto in cui possa credere. Ascolterò tutti e mi concederò il lusso di prendere in considerazione e di approfondire tutte le proposte che mi verranno fatte. Per un nuovo inizio serve necessariamente una fine". Laura Milani spiega così la sua scelta di lasciare dopo vent'anni lo Iaad. Nessuna decisione ancora "su cosa fare da grande", ma tanta voglia di cambiare e di tenersi pronta per nuove esperienze.
    "Ho davvero tante cose in mente, ne sceglierò una. Potrei andare all'estero con la mia famiglia, ho delle mete che mi attirano come la Svezia, gli Usa o il Giappone. Oppure restare a Torino. A un certo punto prenderò una decisione", dice Milani.
    "Per vent'anni mi sono dedicata alla Iaad con tutto il cuore e la professionalità, ora sono libera di decidere. Vorrei vivere tutte le cose che mi capitano, non fare piani a lungo termine.
    Ho la fortuna di potermi concedere questo privilegio. Una condizione invidiabile che non è permessa a tutti".
    Colpisce che questa scelta avvenga in concomitanza con un imminente cambiamento nella politica torinese. Non pensa per caso di buttarsi in politica e di candidarsi a sindaca? "Me l'hanno proposto. Ma non per forza questo. Ascolterò, di certo il senso civico non mi manca. Potrei fare parte della squadra di un progetto che approvo. La cultura è il mio ambito di vita e professionale", risponde MIlani. "In questi anni ho detto tanti no a cose interessanti, ora mi concedo il lusso di potere approfondire le cose che che mi verranno proposte". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie