Il Regio di Torino pareggia i conti e punta a riaprire

Purchia sipario su in primavera anche con 200 posti

(di Barbara Beccaria) (ANSA) - TORINO, 10 DIC - A quattro mesi dal commissariamento, e nell'anno del Covid, il Teatro Regio di Torino si avvicina al pareggio di bilancio. "Stiamo facendo di tutto per mettere in sicurezza un teatro straordinario, amato dal pubblico e dalla critica, nella speranza di riaprire la sala al più tardi dal prossimo aprile, anche se fossero possibili solo 200 posti, e riprendere la produzione", ha annunciato oggi il commissario Rosanna Purchia. Le perdite attuali ammontano a 400.000 euro, ma Purchia confida di arrivare a pareggio a fine mese, con un bilancio che nel 2019 aveva chiuso con oltre 7 milioni di buco.
    "E' stato ed è tuttora un percorso difficile e anche molto doloroso", ha aggiunto il commissario riferendosi ai 18 lavoratori del teatro ai quali non è stato rinnovato il contratto a tempo determinato scaduto. Per altri 10 il contratto è stato riconfermato e per ulteriori sette sono state trovate formule part time. "Ai 18 dipendenti per il momento lasciati a casa - ha aggiunto Purchia - è comunque stata garantita una copertura economica e resteranno in un bacino dal quale contiamo di attingere non appena riprenderemo a produrre".
    L'Assemblea dei Soci, intanto, ha approvato il bilancio di previsione per il 2021. Un bilancio, come hanno spiegato il commissario Purchia e il direttore generale Guido Mulè, "che vede i soci confermare i loro sostegni mostrando un' importante e rinnovata fiducia nell'ente, e che tiene conto delle riduzioni di entrate previste nel 2021 da biglietteria e attività commerciali, che nel 2019 erano state di oltre 7 milioni e che nel 2021 si stimano arriveranno a 2 milioni e 900.000 euro".
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie