Covid:aeroporto Cuneo, arrivati primi cani che fiutano virus

Con altri 4 saranno addestrati a riconoscere la malattia

(ANSA) - CUNEO, 16 GEN - Stamattina i primi due cani che prenderanno parte al progetto (primo in Italia) per scoprire viaggiatori con il Covid, sono arrivati all'aeroporto di Cuneo Levaldigi per una dimostrazione sul campo.
    Si chiamano Melampo (6 anni, di razza bloodhound) e Paco (Staffordshire, bull terrier di 8 anni) i due cani che, assieme ad altri quattro in forza all'Associazione nazionale carabinieri, saranno addestrati a fiutare i campioni e riconoscere la presenza del Covid, anche - secondo i ricercatori scandinavi artefici della ricerca scientifica, cinque giorni prima che si manifestino i sintomi.
    L'aeroporto di Cuneo è stato scelt per un progetto promosso da "I-Sec Italia srl", società specializzata nei servizi di sicurezza aeroportuale.
    In collaborazione con Geac, il progetto si avvale della collaborazione della società finlandese Nose Academy Oy, una start-up di ricerca scientifica specializzata nell'addestramento di cani, in grado di rilevare malattie negli esseri umani attraverso l'olfatto.
    Alla prima dimostrazione erano presenti anche il capo del Dipartimento regionale Maxi Emergenza 118, Mario Raviolo, e l'assessore regionale alla Sanità, Luigi Genesio Icardi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie