Caso DiaSorin: pm Pavia chiedono altri sei mesi per indagare

'Indispensabili per complessità vicenda processuale'

(ANSA) - MILANO, 28 GEN - La Procura di Pavia ha chiesto una proroga delle indagini di sei mesi nell'inchiesta che vede indagate otto persone per l'accordo tra il Policlinico San Matteo e la multinazionale DiaSorin in relazione allo sviluppo di test sierologici e molecolari per la diagnosi del Covid 19.
    L'inchiesta ipotizza i reati di turbata libertà nella scelta del contraente e peculato. I pm pavesi sottolineano che entro l'11 gennaio, data in cui scadevano i termini, non si sono potute concludere le indagini preliminari "in quanto, pur essendo state all'uopo compiute attività di rilievo", la "complessità della vicenda processuale" rende "indispensabile ai fini dell'accertamento della verità nell'interesse della giustizia la prosecuzione delle indagini medesime". Ora è attesa la decisione del gip. Nello scorso dicembre il Consiglio di Stato aveva ritenuto legittimo l'accordo Ircss San Matteo Pavia-DiaSorin per i test sierologici sul Covid. Accordo che, invece, era stato annullato dal Tar della Lombardia. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie