COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Campania

Comune di Amalfi. Rinviati i tributi comunali, una misura a sostegno di imprese e famiglie

ANCI Campania

Rinviato il pagamento dei tributi comunali ad Amalfi. L’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Daniele Milano ha varato nuove misure per supportare le famiglie in difficoltà e per aiutare le imprese che stanno aprendo i battenti avviando la ripresa economica della città dopo il lockdown. 
Il piano di rinvio è articolato e prevede una serie di agevolazioni, dal rimborso della mensa scolastica per il periodo di chiusura delle scuole sino alla rimodulazione delle scadenze per le imprese. Eccole in dettaglio:

  • IMU, parte di competenza comunale: consentito il pagamento della prima rata entro il 3 novembre 2020, in luogo del 26 giugno, per i contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche, da attestare con autocertificazione.

  • TARI: rinvio pagamento prima rata per tutti i contribuenti al 16 novembre 2020, in luogo del 30 luglio. La seconda rata viene rinviata al 31 gennaio 2021 , anziché 30 settembre 2020, e la terza rata al 31 marzo 2021, anziché 30 novembre.  Sempre relativamente alla TARI, la Giunta ha inoltre demandato all'Ufficio Tributi di procedere ad una riduzione pro rata temporale della quota variabile destinata alle attività chiuse nel periodo emergenziale, salvo non sopravvengano modifiche normative significative entro il 31 luglio 2020

  • COSAP: esonero del pagamento del canone occupazione suolo pubblico per il periodo che va dal 1° maggio fino al  31  ottobre 2020 per  le imprese di pubblico esercizio (bar, pizzerie, ristoranti, eccetera) alla luce di quanto disposto dal decreto Rilancio. In forza delle precedenti determinazioni dell'Amministrazione Comunale in carica volte, a favorire la destagionalizzazione, è già prevista - per le medesime categorie - esenzione costo suolo pubblico per le mensilità che vanno da Novembre a Marzo.

  • MENSA SCOLASTICA: la Giunta Comunale ha deliberato il rimborso alle famiglie dei costi, eventualmente già anticipati, relativi alle mensilità in cui il servizio non è stato prestato in conseguenza del lockdown.

L’assessore al bilancio Massimo Malet dichiara: “Passata la fase di lockdown, durante la quale abbiamo sostenuto la popolazione con un largo ventaglio di servizi assistenziali di prima necessità, ora li sosteniamo aiutandoli nella ripartenza economica. Con il rinvio dei tributi per imprese e famiglie diamo un importante segnale di sostegno al riavvio dell’economia locale”

La misura si inserisce in un quadro generale di iniziative promosse dall’Amministrazione nella fase di ripartenza di ogni settore della città di Amalfi. Si va dalla decisione di accogliere l’istanza dei commercianti di abbassare le tariffe per la sosta fino al 14 giugno, passando dalla riattivazione di una serie di servizi pubblici come il ripristino del bus interno full time, il riavvio dei mercati incluso il Mercatino del Contadino dedicato ai prodotti tipici locali, alla riapertura del parco La Pineta. Iniziative che, assieme alla progressiva riapertura delle attività commerciali, stanno consentendo alla città di popolarsi nuovamente di visitatori, ai quali è stata destinata anche una campagna di comunicazione con l’invito a vivere le bellezze della città. 

Archiviato in


Modifica consenso Cookie