Abiti sposa in piazza, flash mob operatori wedding Caglari

"In ginocchio con restrizioni Covid, pronti a nuove proteste"

Abiti da sposa in piazza dal Carmine, a Cagliari. Ma non c'è nessun matrimonio e non c'è nemmeno aria di festa: è la protesta degli operatori del settore wedding, dall'abbigliamento ai planner passando per fotografi e fiorai, per chiedere attenzione e ristori che compensino i danni legati alla riduzione dell'attività a causa del Covid. Tutti schierati in ordine a occupare tutta la piazza per un flash mob che si è tenuto contemporaneamente anche nel resto d'Italia. E pronti alla protesta ogni 26 del mese sino a quando non ci saranno risposte da parte del Governo.

"Il settore wedding - spiegano gli organizzatori - è uno tra i comparti più colpiti, se non il più colpito, dalla crisi collegata all'emergenza vista l'immediata chiusura di tutto ciò che generava assembramento di persone imposti dal governo, anche il successivo restringimento numerico di presenze (per i matrimoni) ha bloccato le celebrazioni per il 90%". Se non ci dovessero essere nuove regole per i matrimoni - denunciano i promotori del flash - entro il 15 marzo 2021 rischia di fallire io 50/80 percento delle aziende del comparto.

"Le coppie che dall'anno scorso hanno spostato la cerimonia al 2021 - questa la constatazione degli operatori - stanno ora chiedendo agli operatori certezze, gli operatori non sono in grado di dargliele e già i matrimoni di maggio sono stati in buona parte nuovamente rinviati e in molti casi disdetti".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie