Rutelli, no a provvedimenti spezzettati per sistema cinema

'Serve senso di responsabilità da parte di tutti'

(ANSA) - ROMA, 26 OTT - La distribuzione "non è meno minacciata oggi dell'esercizio cinematografico e la produzione ha bisogno di un sostegno strategico. Ci vuole un equilibrio fra la sala che difenderemo sempre, tv, i broadcaster e le nuove piattaforme che sono chiamate a nuove responsabilità di sistema". Lo dice il presidente dell'Anica Francesco Rutelli commentando a Timeline su Skytg24 il momento critico per il settore audiovisivo, dopo la nuova chiusura dei cinema decisa con l'ultimo Dpcm.
    "Se il governo ragionerà su questi punti potremo uscire ancora più forti, se invece si continuerà con provvedimenti spezzettati o occasionali, il sistema del cinema e dell'audiovisivo potrebbe andare a gambe all'aria. Ci vogliono nervi saldi, senso di responsabilità e prospettiva" sottolinea.
    Alla richiesta di esercitare senso di responsabilità formulata dall'esecutivo "nessun italiano si può sottrarre. E' evidente che tutti si aspettano che le misure dal governo siano intelligenti e utili dal punto di vista della salute e nella prospettiva industriale". Si chiede alla gente "di stare a casa per ridurre la possibilità di contagi e su questo il governo non può non ottenere senso di responsabilità dalle industrie e allo stesso tempo essere interpellato su cosa succederà ora per quanto riguarda la tutela del lavoro, di tante industrie che rischiano di chiudere". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie