Congo: due miliziani e un soldato uccisi in blitz a Beni

L'attacco è avvenuto al confine tra Kivu Nord e provincia Ituri

(ANSA) - ROMA, 25 FEB - Almeno due miliziani Mai-Mai sono stati uccisi dall'esercito congolese e un soldato è morto per le ferite riportate in un blitz avvenuto ieri sera nel comune di Mangina, 30 chilometri a ovest della cittadina di Beni, ubicata nel Kivu Nord, come riporta il sito d'informazione locale Actualite.cd. Si tratta dell'ennesimo episodio che testimonia le continue violenze nel territorio in cui lunedì sono stati uccisi l'ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere Vincenzo Iacovacci e l'autista del Pam Mustapha Milango, mentre martedì due raid sferrati dai miliziani delle Forze democratiche alleate (Adf) hanno provocato 13 vittime che hanno fatto salire ad almeno 1.013 il numero dei civili uccisi nel territorio di Beni dal novembre 2019.
    Secondo i testimoni, l'ultimo attacco è stato sferrato al confine tra la provincia del Kivu Nord e quella dell'Ituri. Il portavoce dell'esercito a Beni, Anthony Mualushayi, ha precisato che si è trattato di due blitz simultanei della milizia Kyandenga, accusata di sostegno ai ribelli di Adf, responsabili di migliaia di morti a Beni. Secondo il Kivu security barometer, questi miliziani hanno partecipato anche all'attacco contro il carcere di Beni alla fine dello scorso ottobre, a seguito del quale fuggirono oltre 1.300 detenuti. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie