Padre di vittima dell'attacco al London Bridge: 'Boris Johnson è un truffatore'

Premier accusato di strumentalizzare attacco a London Bridge

LONDRA - Boris Johnson "è un truffatore, il peggio di noi e vi prende in giro". Parola di David Merritt, papà di Jack Merritt, il ricercatore di Cambridge impegnato per il recupero dei detenuti ucciso la settimana scorsa con una giovane collega nell'attacco terroristico di London Bridge. Il premier Tory "mente" e "ha strumentalizzato la morte di nostro figlio" per far propaganda sulle scarcerazioni anticipate, ha twittato David Merritt dopo il duello tv di ieri Johnson-Corbyn.

    Jeremy Corbyn invece "dice la verità", aggiunge. Il padre di Merritt, che già nei giorni scorsi aveva denunciato come "più che disgustosi" i tentativi di far leva sull'attacco di Londra per promuovere una linea dura generalizzata contro il reinserimento dei detenuti, è tornato sull'argomento dopo lo scambio polemico avuto al riguardo da Johnson con il leader laburista Jeremy Corbyn. Boris Johnson, ha scritto senza mezzi termini, sta cercando "di strumentalizzare la morte di nostro figlio per trarne un capitale politico" elettorale.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA