Serie A: Roma-Spezia 4-3. Pellegrini 'salva' Fonseca, abbraccio Roma al 93'

Mayoral non fa rimpiangere Dzeko, 4-3 con lo Spezia

Dallo Spezia allo Spezia. La settimana orribile della Roma - dal ko nel derby all'eliminazione dalla coppa Italia compreso il pasticcio sostituzioni, le rese dei conti, i casting dirigenziali - si chiude con la vittoria 4-3 contro la formazione di Italiano.

La corsa di Paulo Fonseca verso i suoi giocatori al gol al 93' di Lorenzo Pellegrini che regala i tre punti ai giallorossi, è la sintesi dell'ultima settimana della Roma. In una partita fatta di nervi e errori difensivi giallorossi, Borja Mayoral (doppietta), Karsordp ed il gol nel finale di Pellegrini, capitano di giornata vista l'assenza di Dzeko, rispondono alle reti di Piccoli, Farias e Verde, allontanano i venti di crisi e puntellano la panchina di Paulo Fonseca, scricchiolante negli ultimi giorni. Lo Spezia dà filo da torcere all'undici giallorosso e quando Verde, al 45' della ripresa segna il gol del momentaneo 3-3 tutti i fantasmi che aleggiano nello spogliatoio giallorosso sembravano materializzarsi. Una giocata di Peres e la freddezza di Pellegrini li hanno scacciati, portando a casa una vittoria quanto mai pesante.

Roma-Spezia 1-0: al 17' gol di Borja Mayoral.

Roma-Spezia 1-1: al 24' pareggio dei liguri con Roberto Piccoli.

Roma-Spezia 2-1: al 52' ancora Borja Mayoral a segno.

Roma-Spezia 3-1: tre minuti dopo, a 55' è Rick Karsdorp ad andare a segno.

Roma-Spezia 3-2: Al 59' ad andare in rete per lo Spezia è Diego Farias.

Roma-Spezia 3-3: al 90' ancora gol di Diego Farias.

Roma-Spezia 4-3 : al 92' gol di Lorenzo Pellegrini.

Edin Dzeko non prende parte alla gara ufficialmente per una contusione, ma i rapporti tra il capitano giallorosso e Paulo Fonseca sono ormai ai minimi storici e le prime ruggini risalgono all'eliminazione in Europa League con il Siviglia della scorsa stagione. Il portoghese ha preferito non rispondere in conferenza stampa, ma già dopo l'eliminazione in Coppa Italia c'era stato un acceso diverbio negli spogliatoi tra i due. Senza arrivare al contatto, ma uno scambio di vedute forte e che è continuato ieri prima dell'allenamento con la richiesta del reintegro dell'ex team manager Gianluca Gombar. Un confronto anche questo lungo e dai toni aspri che ha portato la seduta di Trigoria ad esser spostata di tre ore. Un vero e proprio caso quello intorno a Dzeko, che domani non potrà aiutare i compagni in una gara decisiva anche per la panchina di Fonseca.

Rivivi su Dugout la prestazione pazzesca di Edin Džeko contro il Chelsea in Champions League.

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie