Animali, salvati in Valle d'Aosta aquila reale e gipeto feriti

Da Corpo sorveglianza Parco nazionale Gran Paradiso e Forestale

 Un'aquila reale e un gipeto, entrambi feriti, sono stati salvati in Valle d'Aosta nei giorni scorsi.
    L'aquila era nel Parco nazionale del Gran Paradiso, in Valsavarenche. Gli uomini del Corpo di sorveglianza sono riusciti a recuperarla, non senza difficoltà, in località Bois de Clin. L'animale ha cercato di fuggire, pur non riuscendo a involarsi a causa di una ferita al torace, probabilmente causata dall'attacco di un'altra aquila. Trasportato in una casa di cura veterinaria, è stata operato per ricucire la ferita. Sono state escluse fratture alle ali ma bisognerà attendere per avere certezza che possa riprendersi del tutto. Il possibile rilascio in natura non avverrà prima di 90 giorni. Nel Parco sono censite 27 coppie di aquile reali distribuite tra tutte le valli (141 i nidi).
    Il gipeto ferito è stato tratto in salvo dal Corpo forestale della Valle d'Aosta. Il personale della stazione di Villeneuve lo ha recuperato su una parete rocciosa, poco distante dal fiume Dora Baltea, in località Chavonne. Ferito e impaurito, è stato visitato dai veterinari: è emersa una contusione con emorragia all'arto destro, oltre a una forte disidratazione. L'esemplare è dotato di un localizzatore Gps che ha permesso la sua localizzazione da parte dei responsabili della rete di monitoraggio internazionale. Si tratta un maschio nato in Spagna il 28 febbraio 2020 e rilasciato in Francia, dove si è involato il 2 luglio 2020. Proseguirà la convalescenza in un'apposita voliera presso un centro specializzato e, appena possibile, sarà liberato.
 

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030



    Modifica consenso Cookie