Una Storia Evergreen

Napoli - Altro

In occasione delle Giornate del Patrimonio, l’Archivio Storico Enel aprirà al pubblico con un percorso espositivo inedito dal titolo “Una Storia Evergreen” che ripercorre le vicende dell’industria elettrica in Italia: le “fonti rinnovabili” sono state la principale fonte di produzione di energia elettrica dagli inizi del secolo scorso fino agli anni Settanta del Novecento, quando circa il 70% dell’energia era di fonte idroelettrica e il 4 % dai soffioni boraciferi. La mostra racconterà le varie forme di “energia verde” (idroelettrica, geotermica, fotovoltaica, eolica) attraverso documenti, progetti, fotografie, filmati storici. I quattro elementi naturali acqua, terra, aria e fuoco assumono di conseguenza un’importanza imprescindibile che non solo li lega ai processi di produzione dell’energia, ma li rende parte attiva nell’unione trasversale di paesaggio e architettura. Partendo dall’illuminazione ad energia elettrica delle prime città nel 1882 i progetti originali di inizio 900 delle principali centrali idroelettriche del Mezzogiorno realizzate dell’Ing Angelo Omodeo progettate e realizzate su richiesta del Presidente della Società Meridionale di Elettricità , Ing. Giuseppe Cenzato con un focus sulla nascita e crescita di Enel. Dopo la Nazionalizzazione finalmente l’elettrificazione diventa un servizio per tutti raccontati in un viaggio dove emerge non soltanto la storia di una grande impresa elettrica ma anche la nostra storia, l’evoluzione della cultura, della società.Istituito a Napoli il 24 settembre 2008, racchiude e conserva la “memoria storica” dell'industria elettrica italiana dove è possibile rintracciare la crescita economica e sociale dell'Italia, e quella di Enel, fin dai primi passi alla fine dell'Ottocento, in un percorso che passa per l'impegno nell'elettrificazione completa del Paese, negli anni '60, e arriva alle nuove sfide nell'era della concorrenza e della globalizzazione dei mercati. Nell’Archivio Storico Enel sono conservati fascicoli e dossier che, messi insieme di fila, raggiungerebbero uno sviluppo di oltre tredici chilometri.A questa ingente quantità di documenti cartacei vanno aggiunti altri fondi di varia natura che comprendono disegni, mappe, lastre fotografiche, materiale filmico e pubblicitario, opuscoli, riviste e cimeli di ogni genere. Di notevole consistenza, l’Archivio custodisce infatti oltre 13.000 metri lineari di documenti, 100.000 fotografie, migliaia di disegni tecnici, centinaia di reperti e filmati, libri e riviste specializzate.. Il patrimonio documentale e librario si presta a studi e ricerche polivalenti aventi finalità tecniche ma anche storico-economiche e sociali.


Via Ponte dei Granili, 24\32, Napoli

+39.0813674213

archiviostoricoenel@enel.com