Vetture gare Nascar, annunciata in Usa settima generazione

Sospensioni indipendenti e cerchi da 18. Sono pronte per ibrido

Redazione ANSA ROMA

Un momento storico in Usa per il campionato automobilistico più seguito, quello della National Association for Stock Car Auto Racing, più nota come Nascar. Da quando è stata fondata nel 1948 e sono iniziate le gare con vetture derivate dai modelli di serie, quella che entrerà in vigore dal 2022 sarà la settima generazione, un importante passo in avanti per migliorare lo spettacolo e la sicurezza.


    Le vetture 'Next Gen', pur apparendo vicine ai modelli che competono nella stagione 2021, saranno molto diverse soprattutto sotto la pelle. Debutta infatti il telaio standardizzato, cosa che evita ai team della Nascar Cup Series di progettare ex novo le proprie auto partendo dal cosiddetto 'foglio bianco'. Le auto Next Gen sono dotate di cerchi da 18 pollici di diametro invece di 15 costruiti in alluminio forgiato anziché in acciaio, per una migliore durata e un peso inferiore. Anche le gomme sono diventate più larghe, passando da 10 a 12 pollici di larghezza, con un fianco 'ribassato'.
    Altra novità il dado di bloccaggio centrale per le ruote invece del galletto con cinque alette, un cambiamento che dovrebbe aiutare molto il lavoro ai box. Sparisce l'anacronistico telaio con ponte rigido posteriore, in favore di quattro ruote indipendenti. E debuttano gli ammortizzatori regolabili su 5 posizioni di assetto. Da notare che le nuove norme prevedono un sistema che tiene sotto controllo proprio gli ammortizzatori per impedire che una altezza da terra troppo ridotta fornisca un vantaggio aerodinamico supplementare.
    Pur essendo strettamente imparentate nel design con le auto di serie, le varie Mustang, Camaro e Camry sono state oggetto di un accurato lavoro di affinamento aerodinamico. Sono tutte dotate, ad esempio, di specifiche feritoie del cofano che convogliano l'aria fuori dal radiatore. Questo per separare le prestazioni del motore dalle prestazioni aerodinamiche, e compensare così la pratica antisportiva di chiudere le prese d'aria. Le vetture Nascar di settima generazione presentano una linea del tetto più bassa, cosa che riduce la visibilità posteriore: a questo cambiamento si è rimediato con una videocamera montata sul retro, obbligatoria dalla stagione 2022 in poi.
    Altre novità solo i freni più grandi, lo sterzo a cremagliera, i tubi rinforzati rettangolari per il telaio e i paraurti in schiuma ad assorbimento di energia, oltre ad un serbatoio di sicurezza da 20 galloni, cioè 76 litri, che guadagna 2 galloni di capienza rispetto alla sesta generazione.
    Il progetto Next Gen della Nascar guarda anche oltre al 2022: il nuovo cambio sequenziale a 5 rapporti - al posto del 'vecchio' manuale a 4 marce - è infatti progettato per ospitare una sezione elettrica, in funzione del debutto dei motori ibridi. Ma la data di questo cambiamento non è stata ancora fissata.    
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie