Audi, tutti i 'suoni' della Casa dei Quattro Anelli

Rumorosità ridotta al minimo e alta fedeltà per musica a bordo

Redazione ANSA MILANO

Tutto il suono di audio, dall'alta fedeltà a bordo alla riduzione della rumorosità. Quello che la Casa dei Quattro Anelli applica al tema 'sonoro' delle proprie auto è un concetto di meticolosa ricerca del suono migliore possibile e che va dalla riduzione attiva e passiva della rumorosità in abitacolo sino alla futuristica tecnologia 3D immersiva, passando per l'ottimizzazione del sound allo scarico e l'elaborazione dell'e-tron sport sound, appannaggio della granturismo elettrica Audi e-tron GT.
    All'interno di un'auto, la mappa sonora è infatti composta da un mix di effetti acustici e rumori diversi tra loro. In ogni abitacolo si percepiscono il sound del motore, il rotolamento degli pneumatici e i fruscii aerodinamici cui si aggiungono input temporanei quali il ronzio degli alzacristalli elettrici, lo stridio dei tergicristalli o l'impatto delle portiere in fase di chiusura. Durante la guida, si aggiungono ulteriori effetti sonori dovuti al ticchettio degli indicatori di direzione o al feedback acustico dei comandi touch.
    Audi affronta il tema della riduzione della rumorosità mediante un approccio olistico. Esperti di molteplici settori lavorano a stretto contatto con il team dei 'cacciatori di rumori', denominato Knister-Knaster. Gli esperti esaminano ogni nuovo modello su strada e lungo specifici percorsi ricchi di sconnessioni, oltre che mediante un banco prova servoidraulico a quattro pistoni. Quest'ultimo in grado di generare vibrazioni che si propagano attraverso il corpo vettura generando onde sonore a bassa frequenza, fino a 50 Hz, responsabili di gran parte dei battiti e cigolii che infastidiscono i passeggeri.
    L'aeroacustica evoluta è il secondo fattore che contribuisce a un'atmosfera rilassata in abitacolo. Di norma, la rumorosità aerodinamica diviene particolarmente invasiva oltre gli 85 km/h.
    A bordo di e-tron ed e-tron Sportback, diversamente, il lavoro di affinamento a livello delle portiere, degli specchietti retrovisori esterni e dei gocciolatoi, fa sì che questi componenti causino rumori minimi. Mediante il sistema Active Noise Cancellation (ANC) è possibile contrastare specifiche frequenze di disturbo grazie a delle contro-sonorità. Il sistema si basa sui microfoni installati in corrispondenza del cielo dell'abitacolo, deputati a rilevare la rumorosità interna. Una centralina inverte le onde sonore indesiderate, emettendo frequenze neutralizzanti attraverso gli altoparlanti.
    In quanto a suoni da ascoltare, invece, dall'introduzione della seconda generazione di Audi Q7, avvenuta nel 2016, la Casa dei Quattro Anelli offre i sistemi audio Bang & Olufsen con suono tridimensionale. L'abitacolo diviene così un vero e proprio palcoscenico dove sono percepibili tutte le sfumature musicali caratterizzanti la traccia audio al momento della registrazione in sala. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie