Honda HR-V Hybrid, a bordo è tutto un altro design

Scelte funzionali per comfort, da climatizzatore a sedili

Redazione ANSA MILANO

Un nuovo concetto di design per l'abitacolo del nuovo Honda HR-V Hybrid. Gli ingegneri della casa giapponese, per la nuova versione del B-SUV compatto, hanno infatti puntato ad integrare tecnologie e livelli superiori di comfort, a cominciare dal sistema di diffusione dell'aria, che ha permesso di ottenere un nuovo concept di climatizzazione, con bocchette a forma di L posizionate agli angoli superiori della plancia.
    "L'idea è nata dalla volontà di sfruttare la luce e l'aria per migliorare il comfort dei passeggeri - ha commentato il Large Project Leader Honda, Yoshitomo Ihashi - e abbiamo deciso di eliminare quanti più elementi di disturbo possibili, ispirandoci alla natura. Questa nuova configurazione riesce a eliminare il fastidioso problema del getto d'aria diretto sui passeggeri, tipico delle configurazioni tradizionali. Il risultato è un senso di ariosità, un ambiente interno più confortevole e armonioso per tutti gli occupanti".
    Sarà possibile scegliere tra tre diverse modalità mediante l'uso di una manopola: si potrà selezionare un flusso d'aria diretto come in un qualsiasi tradizionale sistema, scegliere un getto più delicato o decidere di chiudere le bocchette bloccando l'ingresso dell'aria. Selezionando il sistema di diffusione dell'aria, un delicato flusso d'aria viene soffiato lungo i finestrini laterali, avvolgendo guidatore e passeggeri. L'aria continua poi il proprio percorso raggiungendo il tetto, creando un vortice che non infastidisce direttamente i passeggeri. Il vortice d'aria creato dal sistema mitiga sia il caldo estivo che il freddo invernale.
    I passeggeri posteriori potranno inoltre beneficiare di una bocchetta dedicata posta sulla console posteriore. Insieme, queste caratteristiche garantiscono una temperatura interna costante, indipendentemente dal meteo esterno. In generale, il design dell'abitacolo è stato studiato per creare un ambiente ampio e luminoso. Si inizia dai finestrini, progettati per far entrare quanta più luce possibile, per poi passare alla visibilità esterna, favorita dalla linea piatta del cofano.
    L'ampia visuale aiuta il conducente a percepire con precisione la posizione del veicolo sulla strada. Il posizionamento dei comandi è un'altra nota distintiva degli interni. Posizionati il più possibile vicino al campo visivo del guidatore, hanno una linea pratica ed essenziale con comandi e quadro strumenti intuitivi.
    Gli ingegneri Honda hanno integrato tutti i componenti della propulsione ibrida nel telaio e nel vano motore, collocando il serbatoio sotto i sedili anteriori. Questo approccio nasce dal principio di sviluppo "Man-Maximum, Machine-Minimum", basato sulla convinzione che design e tecnologia hanno il preciso scopo di servire le esigenze di conducenti e passeggeri. Ciò ha permesso di spostare i sedili posteriori di nuova concezione di 30 mm verso il vano portabagagli, oltre ad aumentare l'inclinazione dello schienale di due livelli rispetto alla precedente generazione di HR-V.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie