Giacomo Rizzolatti eletto membro della Royal Society

Sua la scoperta dei neuroni specchio

Redazione ANSA

Celebre per la scoperta dei neuroni specchio alla base dell'empatia, il neuroscienziato Giacomo Rizzolatti è stato eletto Foreign Member della britannica Royal Society, fra le più prestigiose accademie scientifiche del mondo. Finora questo riconoscimento era stato assegnato solo a quattro italiani. 

Socio dell'Accademia Nazionale dei Lincei, Rizzolatti è Nato a Kiev il 28 aprile 1937 da una famiglia di origini italiane, si è laureato in Medicina all'Università di Padova nel 1961, dove si è specializato in Neurologia. Dopo aver lavorato per tre anni nell'Istituto di Fisiologia dell'Università di Pisa, nel 1967 si è trasferito nell'Università di Parma, dove ha lavorato inizialmente come assistente e dove poi è diventato ordinario di Fisiologia; dal 2002 dirige il Dipartimento di Neuroscienze della stessa università.

Tra i maggiori neuroscienziati a livello internazionale, Rizzolatti è autore di una delle principali scoperte nel campo delle neuroscienze degli ultimi decenni: i neuroni specchio. Identificati prima nelle scimmie e poi nell'uomo, i neuroni specchio si trovano nelle aree del cervello che controllano il movimento e che si attivano quando si compie un'azione o la si vede compiere. La loro scoperta ha aperto la strada alla comprensione di comportamenti complessi, come l'apprendimento per imitazione, e a processi alla base della comunicazone, come l'empatia. 

"In un momento storico come l'attuale, che ci ha mostrato l'importanza della condivisione del sapere tra scienziati di vari Paesi - commenta Giorgio Parisi, presidente dell'Accademia nazionale dei Lincei - diventa ancora più significativo che due tra le più antiche Accademie Nazionali del mondo condividano un socio il cui apporto scientifico è di tale rilievo. Ne siamo davvero lieti ed orgogliosi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA