Tenuta Hans Rottensteiner, al debutto selezione Santa Maddalena

A Bolzano uno dei più antichi viticoltori, prime produzioni 1530

Redazione ANSA ROMA

 - E' una delle famiglie di viticoltori con più secoli di attività, le prime documentazioni sulla viticoltura nella città di Bolzano della famiglia Rottensteiner risalgono al 1530 e nel cognome un destino: tradotto in italiano significa roccia rossa, il porfido. Su questo terreno tipico dell'Alto Adige è stata costruita la storia di successo della Tenuta Hans Rottensteiner che sta presentando, prima a Bolzano, poi a Milano e Roma, il nuovo vino della Linea Select: "Vigna Premstallerhof Select" che uscirà sul mercato, previste 2700 bottiglie, il primo settembre.

Nella cantina con sede all'uscita della città di Bolzano verso la Val Sarentino, prevale la scelta di concentrarsi sulla tipicità, mirando alla miglior espressione delle varietà tipiche del territorio: il Lagrein e il Santa Maddalena. E il porfido contribuisce alla mineralità dei vini prodotti con uve dei 13 ettari di proprietà e con quelle di una cinquantina di contadini-conferitori, da 70 ettari distribuiti tra la Valle d'Isarco e Merano. La produzione annua si attesta attorno alle 450mila bottiglie per una gamma di 24 etichette.

"La qualità nasce in vigneto, e mi piace che ogni conferitore sia convinto della strada di qualità viticola, che sia convenzionale o bio, senza imposizioni di regole e protocolli" ha sottolineato Hannes Rottensteiner, proprietario e enologo della Tenuta Hans Rottensteiner di Bolzano, che punta a produrre "vino beverino, che richiede un secondo bicchiere".

"La nostra famiglia - ha detto - da sempre è molto legata alla varietà Schiava e in particolare ai vini della Doc Santa Maddalena, motivo per cui ci siamo posti l'obiettivo di creare un Santa Maddalena, espressione massima del territorio, adatto anche ad un pubblico più internazionale. Il vigneto protagonista di questa scelta è il Maso Premstaller, di proprietà della famiglia Vogel di Zurigo e uno dei più grandi masi dell'area bolzanina e rappresenta la concretizzazione del sogno della produttrice biodinamica Gertrud Vogel di vivere nella natura e che, per la nuova produzione di Hannes, ha selezionato uve Schiava e Lagrein coltivate nelle migliori zone del Maso Premstaller dopo uno studio durato anni.

A partire dal Vigna Premstallerhof della linea Cru, l'azienda Rottensteiner aveva scelto di dare valore e importanza al Santa Maddalena facendolo certificare come "Vigna". Ora, con il Select, viene fatto un ulteriore passo in avanti in termini di valorizzazione della provenienza e vigneto che determinano la qualità del vino anziché la lavorazione in cantina. A ulteriore testimonianza di quanto la famiglia Rottensteiner ha particolarmente a cuore una gestione sostenibile, nel rispetto del territorio e dell'ambiente.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie