Pronta la mostra Roberto Gabetti 'architetto-fotografo'

Più di cento scatti al Centro per la Fotografia di Torino

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO, 29 MAR - Camera - Centro Italiano per la Fotografia aspetta la riapertura dei musei e dei luoghi di cultura con l'allestimento di una mostra dedicata a Roberto Gabetti (1925-2000), noto per il suo lavoro di architetto, a vent'anni dalla scomparsa. Non appena sarà possibile, verrà aperta al pubblico nella Project Room del centro espositivo di via delle Rosine 18 a Torino.
    La mostra 'Roberto Gabetti fotografo', curata da Sisto Giriodi, presenta per la prima volta un'ampia selezione dell'archivio privato di Gabetti. Un patrimonio di grande valore, custodito dalla famiglia Gabetti, che si compone di circa 300 rullini 35mm, per un totale di 5.000 negativi corredati dai relativi provini a contatto e dalle informazioni di contesto che permettono di risalire ai soggetti, alla località e spesso anche alla data degli scatti. Il curatore ha costruito un percorso espositivo che, attraverso oltre cento fotografie stampate dai negativi originali, ripercorre momenti della vita privata e professionale di Roberto Gabetti - viaggi in Italia e all'estero sulle orme dei maestri dell'architettura, modellini e progetti - esprimendo il gusto per la linea, la forma, il dettaglio, l'armonia, i curiosi accostamenti. Gabetti ha tenuto per vent'anni, dal 1945 al 1965, un 'diario' fotografico, finora segreto, dei suoi viaggi di studio, dei progetti e dei cantieri. Quei rullini sono rimasti in un antico cassettone nello studio di via Sacchi 22 a Torino, sviluppati e imbustati nei 'libretti' dal laboratorio di Riccardo Moncalvo.
    (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie