Expo Dubai 2020

  1. ANSA.it
  2. Expo Dubai 2020
  3. News
  4. Expo Dubai: Abruzzo promuove prodotti agrari a servizio deboli

Expo Dubai: Abruzzo promuove prodotti agrari a servizio deboli

Azienda Ricciconti, sfruttare mercato per attività sociali

Redazione ANSA DUBAI

(ANSA) - DUBAI, 09 FEB - Per l'Abruzzo, il mercato di Dubai è opportunità non solo di aumentare il proprio export per una crescita economica delle proprie aziende e del proprio territorio, ma anche per trasformare il profitto derivante da questo mercato in servizi a favore delle fasce più deboli, portando all'estero l'eccellenza enogastronomica regionale. Ne è convinta l'Azienda agraria Ricciconti, che negli Emirati vuole raccontare la sua storia di impresa pubblica per ottenere guadagni da investire sui suoi servizi dedicati a chi ha più bisogno.
    "L'azienda agraria Ricciconti nasce nel 1946, quando Domenico Ricciconti ha lasciato le sue proprietà alla Provincia di Teramo affinché venisse eretto un orfanotrofio femminile, con il ricavato dell'azienda agraria a sostentare la struttura", ha raccontato all'ANSA Luciano Troiano, amministratore delegato dell'azienda giunta a Dubai per "Abruzzo sostenibile nel settore Agrifood", la settimana di promozione dell'eccellenza enogastronomica regionale nell'ambito della partecipazione dell'Abruzzo all'Expo 2020. "Nel corso degli anni, con la chiusura dell'orfanotrofio, i servizi si sono diversificati e l'azienda è diventata un vero e proprio erogatore di servizi sociali. Attualmente gestiamo una casa di riposo, un centro per donne vittime di violenza, un centro per minori vittime di violenze, un centro per minori in affido, un centro per disabili, una fattoria sociale, una scuola materna e una scuola dell'infanzia. Tutto questo viene sostentato con il ricavato dell'azienda agraria, attualmente gestita dall'azienda di servizi con la forma di Srl, quindi è una società interamente partecipata pubblica", spiega Troiano.
    L'azienda è composta da 650 ettari di terreni in parte seminativi, in parte in uliveto e parte in bosco. "Siamo un'azienda certificata completamente in biologico dal 1996 e attualmente ci occupiamo di coltivare grano duro varietà antica Senatore Cappelli, colza e girasole. Produciamo olio extravergine bio, e tra quest'anno e l'anno prossimo contiamo di mettere un mandorleto, coltivazione antica dell'Abruzzo e prodotto per il quale c'è una forte richiesta internazionale.
    Quest'anno abbiamo poi rifatto completamente il parco macchine dell'azienda agraria con prodotti in tecnologia 4.0, che ci permette un abbattimento delle emissioni di CO2 pari al 35 per cento. Questo perché la nostra azienda oltre a erogare servizi sociali crede nella sostenibilità", ha raccontato l'ad.
    "Come azienda per legge non possiamo fare profitto, e tutto che noi guadagniamo viene riversato sui servizi sociali che sono a costo zero per la comunità", ha sottolineato Troiano. "Siamo qui a Dubai perché questo è un mercato importante, è una piazza finanziaria tra le più importanti al mondo e vogliamo raccontare questa storia, ovvero di un'azienda che fa impresa pubblica guadagnandoci, e mettendo questi guadagni sui servizi alle fasce più deboli a chi ne ha bisogno", ha concluso. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: