Expo Dubai 2020

  1. ANSA.it
  2. Expo Dubai 2020
  3. News
  4. Expo Dubai:Beltrame,Made in Italy modello cercato all'estero

Expo Dubai:Beltrame,Made in Italy modello cercato all'estero

Bello e ben fatto vale 135 mld,potenziale aumento export 82 mld

Redazione ANSA DUBAI

(ANSA) - DUBAI, 16 FEB - "Mentre il panorama dei mercati sta cambiando e la competizione globale sta modificando i sistemi industriali, c'è una caratteristica del nostro paese che rimane solida: uno stile di vita fatto di cultura, storia, arte, bellezza ed eleganza, fuso con i tratti distintivi tradizionali delle produzioni industriali italiane riconosciute per il design, la cura dei dettagli e la qualità dei materiali". Il Made in Italy è "il modello che i consumatori internazionali cercano quando acquistano i nostri prodotti. Cercano il "Bello e Ben Fatto", che non riguarda solo i settori tradizionali come l'alimentare, la moda e l'arredamento, ma anche altri settori chiave come la cosmetica, la ceramica, la nautica, l'automotive, il ciclo e il motociclo e l'audio-video". Lo ha dichiarato la vicepresidente per l'Internazionalizzazione di Confindustria, Barbara Beltrame Giacomello, presentando il Rapporto "Esportare la Dolce Vita" al Padiglione Italia di Expo 2020 Dubai.
    "Il Bello e Ben Fatto italiano vale 135 miliardi di euro e rappresenta una parte consistente delle esportazioni complessive dell'Italia. Ma soprattutto ha un margine di potenziale incremento delle esportazioni pari a 82 miliardi di euro", ha detto Beltrame riprendendo i dati del rapporto.
    L'evento a Expo Dubai è stato organizzato da Confindustria e Sace in collaborazione con il commissariato generale dell'Italia per Expo 2020 Dubai e Agenzia Ice come occasione per presentare le potenzialità del Bello e Ben Fatto Made in Italy agli operatori dell'area del Golfo, in particolare gli Emirati Arabi Uniti, secondo mercato per potenziale tra quelli emergenti.
    Secondo il rapporto "Esportare la Dolce Vita" 2021 - realizzato dal Centro Studi Confindustria in collaborazione con Unicredit e con il contributo di Sace, Netcomm e Fondazione Manlio Masi - il Bello e Ben Fatto italiano vale 135 miliardi di euro, rappresenta una parte consistente delle esportazioni complessive dell'Italia ed è trasversale a tutti i principali comparti dal Made in Italy, seppure in maniera più marcata nei settori afferenti alle 3 "F" di Fashion, Food and Furniture. Le eccellenze italiane si dirigono prevalentemente verso i mercati avanzati, che insieme ne assorbono circa 114 miliardi di euro.
    Ammonta invece a oltre 20 miliardi di euro il quantitativo di eccellenze esportato verso i paesi emergenti.
    C'è un margine potenziale di incremento delle esportazioni pari a 82 miliardi di euro. Il potenziale si ripartisce per oltre tre quarti nei paesi avanzati (62 miliardi di euro) e per la restante parte negli emergenti (20 miliardi di euro). A fare da volano alle esportazioni nei paesi avanzati è la forte condivisione di gusti e standard che riflettono una sostanziale affinità dei contesti culturali. Si tratta anche dei principali paesi con cui l'Italia tesse relazioni economiche. I paesi più importanti sono Stati Uniti, che sono il mercato con il più alto potenziale in termini assoluti (15,5 miliardi di euro), Germania (5,2 miliardi) e Francia (4,4 miliardi). Tra le economie emergenti i mercati principali sono Cina (3,9 miliardi di euro), Emirati Arabi Uniti (3,2 miliardi) e Russia (1,3). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: