"Liberi di sbagliare", sognando sul green

Corso per non vedenti a Ostia, l'entusiasmo va in buca

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 30 SET - Si chiama "Liberi di sbagliare" ma è anche un modo per sentirsi liberi di sognare, scoprendo la magia del golf. Il "green" come molla per ripartire, socializzare, sviluppare i sensi, andando in buca. E' già un successo l'iniziativa ideata da Riccardo Valeri, maestro di golf, rivolta a bambini e adulti non vedenti. "E' la dimostrazione di come questo sia uno sport inclusivo e per tutti, oltre ogni barriera", racconta Valeri all'ANSA. Per un corso omogeneo che vede tra i protagonisti un bambino di 6 anni e un ragazzo di 15.
    E ancora: una donna e tre signori adulti. Uniti, in campo, tra corsi di pratica e teoria che si svolgono al Circolo del Golf Casal Palocco di Ostia Antica (Roma). Dove l'entusiasmo e la passione dei partecipanti superano ogni difficoltà, con dispositivi sonori che permettono loro di individuare la zona dove mandare la pallina. "I risultati - sottolinea Valeri - sono sorprendenti e ci sono casi in cui la pallina viene tirata a distanze impensabili. Lo scopo è quello di farli giocare a golf rendendoli anche autonomi e facendo sviluppare loro più capacità. Ed è bello vedere i loro sorrisi e percepire emozioni che riempiono il cuore".
    L'idea è nata nel settembre del 2019 dopo un confronto tra Valeri e la compagna, infermiera nella vita. "Volevamo far praticare il golf a persone affette da ogni tipo di disabilità.
    Già in passato ho insegnato ad alcuni miei giovani allievi a praticare ad occhi chiusi. E così è nata questa iniziativa che ha trovato il sostegno di molti". Dal Sant'Alessio, istituto per persone con disabilità visiva, alla Federazione Italiana Golf, che ha subito concesso il patrocinio al progetto. Lo stesso è stato fatto dalla PGAI (associazione dei professionisti di golf in Italia) e dal Rotary Club di Ostia, che ha fornito ai partecipanti le divise da gioco e pagherà loro la tessera federale nel 2022. Presto potrebbe arrivare anche quello della Regione Lazio, per dar seguito a una iniziativa lodevole. "Il sogno - conclude Valeri - è quello di vedere un giorno il golf alle Paralimpiadi. Perché questo è davvero uno sport che abbatte ogni barriera". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA